Inps mutui prima casa 2016: i nuovi tassi agevolati

Il mutuo prima casa è un investimento di grande importanza, che deve essere effettuato con la massima attenzione. Inps mutui prima casa è un’opzione molto valida per chi cerca un piano vantaggioso per l’acquisto della prima casa d’abitazione.

Inps ex Inpdap mutui prima casa: a chi sono riservati?

A chi sono riservati Inps mutui prima casa? Questi finanziamenti ipotecari possono essere richiesti dagli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali – sia lavoratori sia pensionati – intenzionati ad acquistare la casa per se stessi o per un familiare stretto.

Inps mutui prima casa: i limiti di finanziamento

Per quanto riguarda Inps mutui prima casa limiti di finanziamento, è necessario ricordare che non si può chiedere oltre 300.000€, integrabili con ulteriori 6.000 finalizzati alla copertura delle spese assicurative non obbligatorie.

I mutui ipotecari Inps ex Inpdap sono finalizzati anche alla ristrutturazione di un immobile già esistente o alla costruzione di un box o un posto auto da considerare come pertinenza dell’abitazione principale e da edificare ad almeno 500 metri da essa.

Ricordiamo infine che la regola dell’acquisto prima casa ha eccezioni specifiche, costituite dal caso degli immobili assegnati ai coniugi separati, dagli iscritti che acquistano casa per costituire un nucleo familiare autonomo rispetto a quello genitoriale, dalle case acquistate e site ad almeno 150 km da eventuali altri immobili di proprietà.

Mutuo Inps acquisto prima casa: cosa sapere sui tassi

I tassi Inps mutui prima casa sono stati interessati da modifiche nei mesi scorsi. Ecco le regole a cui fare riferimento:

  • Tasso fisso: pari al 2,95% (modificato lo scorso 1° luglio 2015, in quanto prima di tale data era pari al 3,75).
  • Tasso variabile: valore da ricavare sulla base dell’Euribor 6 mesi maggiorato di 200 punti base e calcolato su un lasso di tempo di 360 giorni.

Mutuo Inps prima casa: come presentare la domanda

A questo punto possiamo dare qualche informazione su come si deve presentare la domanda per l’accesso a Inps mutui prima casa. L’istanza deve essere inviata esclusivamente per via telematizzata, facendo attenzione ad allegare tutti i documenti richiesti, pena l’esclusione del fascicolo anche in caso di possesso di tutti i requisiti.

Le domande per l’accesso ai mutui Inps ex Inpdap – qualunque sia la finalità – devono essere inviate dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno solare.

Le istanze rispondenti ai requisiti e complete di tutta la documentazione necessaria vengono prese in esame e accolte sulla base della disponibilità della Direzione Regionale competente.

Se i fondi non risultano sufficienti ad accogliere tutte le domande l’Ente procede alla redazione di una graduatoria, considerando quali criteri principali il reddito del beneficiario e la composizione del nucleo familiare. La graduatoria in questione viene resa pubblica sul sito ufficiale Inps.