Tabelle Prestiti Inpdap

Tabelle Prestiti Inpdap 2017

Quanti intendono ricorrere a modalità agevolate di accesso al credito e contano su un’occupazione in ambito pubblico, possono fruire dei prestiti ex Inpdap, ente previdenziale confluito nell’Inps il 1° gennaio 2012 in seguito all’entrata in vigore del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201 (meglio noto come Decreto Salva Italia).

In questo nostro approfondimento passeremo in rassegna le tabelle riassuntive dei tassi di interesse applicati ai prestiti Inps ex Inpdap. Se invece volete verificare i requisiti di accesso, vi invitiamo a leggere gli altri articoli della sezione Prestiti Inpdap.

Modulistica Prestiti Inpdap Dipendenti Statali

Prima di entrare nel merito dei contenuti delle tabelle Prestiti Inpdap, vogliamo ricordarvi che l’entità della rata non può eccedere un quinto di stipendio o pensione (gli importi considerati sono netti). Ricordiamo inoltre che sul sito dell’Inps sono presenti, nella sezione Modulistica, i moduli per la presentazione della domanda sia del piccolo prestito che del prestito pluriennale. I file sono in formato Pdf (percorso: “Home – Modulistica – Gestione Dipendenti Pubblici -Iscritto/Pensionato -Prestazioni Creditizie E Sociali”).

Tabelle per i prestiti pluriennali

Eccoci quindi alle tabelle Prestiti Inpdap. I valori riportati fanno riferimento al prontuario Inps uffciale, e pongono in luce i dati che potrete appurare in dettaglio. Il primo finanziamento preso in esame è il prestito pluriennale.

I prestiti pluriennali possono avere una durata di 5 o 10 anni e importi fino a 150 mila euro. Il finanziamento viene concesso solo a fronte di documentate necessità rientranti nelle casistiche indicate dal Regolamento Prestiti Inps. Precisiamo inoltre che ai fini dell’accesso al credito è necessario essere iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e poter vantare almeno quattro anni di versamento contributivo in tale fondo. Richiesta anche un’anzianità di servizio utile alla pensione non inferiore a quattro anni.

Tabella Prestito Pluriennale Diretto Inpdap

Tavole finanziarie per la definizione e la liquidazione dei prestiti decennali, quinquennali e ridotti al tasso del 3,50%.

  • Aliquote fondo rischi per classi di età all’ingresso (età massima a scadenza 90 anni)
  • Tavola 1 – prestito decennale al tasso del 3,50% . Colonne della tabella: importo lordo, rata, interessi di riferimento, spese amministrative, spese fondo garanzia e importo netto a seconda delle fasce di età (18-59 anni, 60-64 anni, 65-69 anni, 70-74 anni, 75-80 anni).
  • Tavola 2 – prestito quinquennale al tasso del 3,50%. Colonne della tabella: importo lordo, rata, interessi di riferimento, spese amministrative, spese fondo garanzia e importo netto a seconda delle fasce di età (18-59 anni, 60-64 anni, 65-69 anni, 70-74 anni, 75-79 anni, 80-85 anni).
  • Tavola 3 – Coefficienti per il calcolo degli interessi di differimento dei prestiti pluriennali (Il calcolo esatto degli interessi di differimento si effettua moltiplicando la rata cedibile per il coefficiente corrispondente al tipo di prestito ed al numero dei giorni di differimento).

È fondamentale precisare che i prestiti pluriennali sono accessibili sia ai dipendenti pubblici titolari di un contratto a tempo indeterminato che a quelli con contratto a termine.

In quest’ultimo caso però è possibile ottenere un finanziamento solo a condizione che il contratto a tempo determinato non abbia una durata inferiore a tre anni. In ogni caso è possibile fruire solo di prestiti estinguibili nell’arco di vigenza del contratto di lavoro.

Tabelle piccolo prestito Inpdap 2017

Un altro finanziamento molto richiesto è il piccolo prestito, una linea di credito pensata per far fronte agli imprevisti della quotidianità. Anche in questo caso si tratta di finanziamento da rimborsare con un piano di ammortamento a rate costanti, trattenute direttamente dallo stipendio o dalla pensione del beneficiario. La durata può  essere di 1, 2, 3 o 4 anni.

Tasso Piccolo Prestito Inps ex Inpdap

 

Confronta gratis i migliori prestiti INPDAP INPS

Più preventivi richiedi e maggiori possibilità avari di trovare il miglior prestito per dipendenti pubblici, statali, parapubblici e pensionati tramite la cessione del quinto dello stipendio.

L'esito della fattibilità ti verrà dato in pochi minuti e l'erogazione in 48 ore, se confermerai il tutto.

Provare non costa nulla, infatti il preventivo per il calcolo della rata del finanziamento è GRATUITO e SENZA IMPEGNO.

>>> Preventivo gratis e senza impegno: calcola la tua rata <<<

In questo caso riportiamo le tavole finanziarie per la definizione e la liquidazione dei piccoli prestiti al tasso annuo effettivo del 4,25%.

  • Tavola 4 – piccolo prestito quadriennale al tasso del 4,25%
  • Tavola 5 – piccolo prestito triennale al tasso del 4,25%
  • Tavola 6 – piccolo prestito biennale al tasso del 4,25%
  • Tavola 7 – piccolo prestito annuale al tasso del 4,25%
  • Tavola 8 – Coefficienti per il calcolo degli interessi di differimento dei piccoli prestiti (per rata unitaria: 1 euro. Il calcolo esatto degli interessi di differimento si effettua moltiplicando la rata cedibile per il coefficiente corrispondente al tipo di prestito ed al numero dei giorni di differimento)

Poiché rientra nella categoria dei prestiti personali, il piccolo prestito non necessita di giustificazioni né di documenti di spesa. Ai fini dell’accesso al credito è necessario essere iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Per quanto riguarda l’importo finanziabile, questo varia a seconda della durata del prestito e dello stipendio percepito dal richiedente. Per ogni anno di ammortamento è possibile ottenere fino a 2 mensilità medie nette percepite. Il limite massimo è di 8 mensilità, somma che può essere erogata solo a fronte di un prestito quadriennale.

 

Tabelle Debiti Residui Inpdap

Un’altra sezione del Prontuario Prestiti Inps è riservata ai debiti residui Inpdap. In questo caso sono riportate le tabelle per il calcolo dei residui debiti netti per tutti i prestiti erogati dall’ente previdenziale. Le colonne indicano le rate residue, il debito residuo e l’abbuono di garanzia e il debito residuo netto a seconda delle fasce di età.

  • Tabella calcolo residuo debito netto per prestiti decennali al tasso del 3,50%
  • Tabella calcolo residuo debito netto per prestiti quinquennali al tasso del 3,50%
  • Tabella calcolo residuo debito netto prestiti quadriennali al tasso del 4,25%
  • Tabella calcolo residuo debito netto prestiti triennali al tasso del 4,25%
  • Tabella calcolo residuo debito netto prestiti biennali al tasso del 4,25%
  • Tabella calcolo residuo debito netto prestiti annuali al tasso del 4,25%

Tabelle Prestiti Inpdap 2017 Pdf

prontuario prestiti inpdap pdfSul portale Inps è riportato un pratico prontuario che indica i parametri per il computo della rata e per la liquidazione dei prestiti ex Inpdap, inclusi i tassi di interesse applicati e le aliquote inerenti al Fondo Rischi. Queste ultime sono calcolate in base all’età del richiedente e alla durata del finanziamento.

Sulla scorta della tipologia di prestito presa in esame, il prontuario consente di computare il valore dell’importo netto che può essere accordato dall’Inps. Il potenziale richiedente ha inoltre la facoltà di stabilire l’entità della rata mensile che va a comporre il piano di rimborso.

Scarica il prontuario dell’Inps in formato pdf con le tabelle prestiti Inpdap