Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Finanziamenti Inpdap: perché e come ottenerli

La gestione Inpdap è stata accorpata nel 2012 all’Inps. Tra i vari servizi disponibili per gli iscritti è possibile ricordare anche i finanziamenti Inpdap.

Finanziamenti: le alternative per gli iscritti Inps ex Inpdap

Nel novero dei finanziamenti Inpdap è possibile ricordare i finanziamenti pluriennali. Di cosa si tratta? Di prestazioni economiche che possono essere erogate agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, siano essi pensionati o iscritti in attività di servizio.

Richiedere finanziamenti pluriennali diretti implica la possibilità di scegliere piani di ammortamento della durata compresa tra i 60 e i 120 mesi.

Finanziamenti pluriennali Inps ex Inpdap: informazioni su tasso e finalità

Quando si parla di finanziamenti Inpdap e di pluriennali in particolare è bene informarsi sul tasso, che è fisso per tutta la durata del piano di ammortamento e pari al 3,50%.

L’iscritto alla Gestione intenzionato a richiedere un finanziamento pluriennale deve considerare anche le spese amministrative, pari allo 0,50% della cifra finanziata, e il contributo fondo rischi, la cui entità varia sulla base dell’età dell’iscritto al momento dell’inizio e alla fine del piano di ammortamento.

Le finalità dei prestiti pluriennali Inps ex Inpdap riguardano necessità personali e familiari importanti, che vanno dalla necessità di ristrutturare la casa, fino alle spese inerenti la salute e quelle relative a criticità di natura legale.

Finanziamenti Inpdap: le soluzioni per acquistare la casa

Tra i finanziamenti Inpdap è presente anche una soluzione dedicata a chi vuole acquistare la casa. Di cosa stiamo parlando? Dei mutui ipotecari Inps ex Inpdap, riservati agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, sia pensionati sia lavoratori (per i lavoratori è obbligatoria la titolarità di un contratto a tempo indeterminato).

I mutui ipotecari Inps ex Inpdap possono essere richiesti per l’acquisto della prima casa, per la ristrutturazione di un immobile già esistente, per la costruzione di un box o di un posto auto.

Finanziamenti Inps ex Inpdap: cosa sapere sui mutui

Approfondire la questione dei finanziamenti Inpdap e dei mutui in particolare significa ricordare che, per quanto riguarda l’acquisto della casa, la cifra massima richiedibile è pari a 300.000€, integrabili con ulteriori 6.000 finalizzati alla copertura assicurativa non obbligatoria.

Chi sceglie di richiedere un mutuo Inps ex Inpdap ha a disposizione due alternative, ossia il tasso fisso e il tasso variabile. Il tasso fisso corrisponde al 2,95%, mentre quello variabile è da ricavare sulla base dell’Euribor 6 mesi, maggiorato di 200 punti base e calcolato su un lasso di tempo di 360 giorni.

Le domande per i mutui Inps ex Inpdap devono essere inviate esclusivamente per via telematizzata dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno. Fondamentale è ricordare che la domanda va inviata completa di tutta la documentazione, pena esclusione dell’istanza anche se il richiedente è in possesso dei requisiti.

Indice contenuti