Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Chi può richiedere il prestito INPS, come farlo ed eseguire la simulazione online

Sono le categorie lavorative uno dei criteri di riferimento utilizzati più di frequente per stabilire il pubblico dei finanziamenti. È del resto dipendente dalla situazione lavorativa, nella maggior parte dei casi, la capacità di rimborso. E per quanto riguarda i finanziamenti erogati dal principale ente previdenziale italiano, chi può richiedere il prestito Inps? Quali sono i requisiti per conseguirlo? Facciamo chiarezza.

Piccolo prestito e Inps Prestito Pluriennale: i beneficiari

Non è del tutto corretta la domanda “chi può richiedere il prestito Inps?”, perché non c’è un solo finanziamento, ma abbiamo diverse soluzioni, a seconda della categoria di dipendente presa in esame. Andremo quindi a considerare, in particolare, i finanziamenti diretti, ovvero quelli forniti direttamente dall’Istituto nazionale della previdenza sociale.

Una prima platea di pubblico da considerare è rappresentata dagli iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e del personale di Poste Italiane S.p.A. in attività di servizio iscritto alla Gestione Fondo Credito ex IPOST. Chi figura in questa categoria può approfittare del Piccolo Prestito e di Inps Prestito Pluriennale diretto.

Sono coinvolti sia i dipendenti che i pensionati. I finanziamenti hanno specifiche differenti. In ogni caso la prestazione è soggetta ai limiti disposti dalle disponibilità finanziarie dell’ente previdenziale. Variano in misura rilevante anche gli importi. Per i pensionati, la rata non può superare un quinto dell’accredito mensile netto. La sostenibilità rappresenta un fattore imprescindibile per gestire il rimborso di qualunque prestito.

Informazioni su Regolamento Prestiti Inps ex Enam

Un’altra platea di beneficiari è rappresentata dagli iscritti in attività di servizio alla Gestione Assistenza Magistrale ex ENAM. Questi possono richiedere il Prestito Small, il cui importo massimo non può superare le due mensilità nette di stipendio. Il bilancio dell’ente previdenziale è un vincolo che può incidere profondamente nell’opportunità d’accesso al credito.

Il richiedente non deve avere già in corso un finanziamento fornito dalla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Modalità di richiesta dei finanziamenti

Per quello che riguarda le richieste, le domande dei finanziamenti diretti possono essere inoltrate sfruttando le funzionalità online del portale ufficiale Inps: www.inps.it. Le procedure prevedono ovviamente l’autenticazione dell’utente, che può, in ogni caso, richiedere l’assistenza del Contact Center.

Prestito Inps pensionati: requisiti per la cessione del quinto

Nell’ambito dei prestiti Inps troviamo anche quelli erogati in convenzione con gli istituti di credito. In particolare incontriamo la cessione del quinto della pensione, che coincide con una linea di credito che il richiedente può conseguire da parte di una banca o un intermediario finanziario. Il rimborso del prestito Inps pensionati si verifica con addebito sul trattamento pensionistico. La rata non può eccedere la soglia di un quinto del valore netto dell’accredito mensile.

Chi può approfittare della cessione del quinto della pensione? Abbiamo tutti i titolari delle pensioni, sebbene vi siano alcune eccezioni:

  • assegni e pensioni sociali;
  • invalidità civili;
  • assegni mensili per l’assistenza ai pensionati per inabilità;
  • assegni di sostegno al reddito;
  • assegni al nucleo familiare;
  • pensioni con contitolarità per la quota parte non di pertinenza del soggetto richiedente la cessione;
  • prestazioni di esodo;
  • APE Sociale.

Pluriennale guarantito e prestito Inps simulazione online

Un’altra opzione è costituita dal Prestito pluriennale garantito. Questo viene fornito da società finanziarie e istituti di credito convenzionati. L’Istituto previdenziale provvedere a tutelare a fronte di alcuni scenari di rischio, in particolare:

  • morte dell’iscritto prima della conclusione della cessione;
  • conclusione dal servizio senza diritto alla pensione;
  • riduzione dello stipendio.

Ma entriamo nel merito dei beneficiari, protagonisti del nostro approfondimento. Si tratta di una linea di credito accordata agli iscritti alla Gestione Unitaria per le prestazioni creditizie e sociali in attività di servizio. Il finanziamento è basato sulla cessione del quinto, con trattenuta diretta quindi sullo stipendio.

Sul portale ufficiale Inps, oltre alle procedure relative alla richiesta, sono presenti funzionalità che consentono di eseguire prestito Inps simulazione online del piano di rimborso. Un processo che permette di capire, nero su bianco, l’effettiva convenienza del prodotto.

Indice contenuti