Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutuo Inps ristrutturazione prima casa: perché conviene e cosa offre

Stai cercando un finanziamento per affrontare opere di ristrutturazione? Se sei un dipendente o un pensionato pubblico, una delle proposte più convenienti del mercato è il mutuo Inps ristrutturazione prima casa. Scopriamo perché sceglierlo e come calcolarlo.

Regolamento mutui Inpdap per la prima casa

Optare per il mutuo Inps ristrutturazione prima casa significa scegliere una linea di credito gestita dall’Istituto previdenziale e rivolta agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Possono ricevere il finanziamento sia i dipendenti che dispongono di un contratto a tempo indeterminato sia i pensionati. Altro fattore di rilievo nell’insieme dei vincoli posti dall’Istituto è costituito dalla anzianità di iscrizione, pari ad almeno un anno.

Il mutuo Inps è in realtà un finanziamento che prevede tre finalità che ruotano intorno alla prima casa. In particolare, abbiamo l’uso del credito per compiere opere di “manutenzione ordinaria e/o straordinaria, adattamento, ampliamento, trasformazione o ristrutturazione” della prima casa.

Quanto alle somme erogate, il mutuo Inps ristrutturazione prima casa permette di ricevere fino al 40% del valore dell’abitazione. La cifra in ogni caso non deve risultare maggiore a 150mila euro.

Tasso mutuo Inpdap fisso e variabile aggiornato al 2024

Il piano di rimborso è alla francese e articolato in varie scadenze, 10, 15, 20, 25 o 30 anni. Ciò non vale per chi ha almeno 65 anni, la durata per questo pubblico è rappresentata da 10 o 15 anni.

Il calcolo della rata si verifica rispetto al tasso fisso o al tasso variabile. Il primo è computato nel rispetto del sistema loan to value (LTV). Questo prende in considerazione il rapporto definito tra il mutuo fornito e il valore dell’abitazione. La casa sarà infatti periziata da parte dell’ente previdenziale.

La tabella per il calcolo del tasso fisso (TAN) in relazione al loan to value è la seguente:

Durata

(fino a)    <= 50%              50% – 80%           > 80%

10 anni     1,15%                   1,33%               1,73%

15 anni     1,51%                   1,69%               2,20%

20 anni     1,65%                   1,83%               2,38%

25 anni     1,97%                   2,03%               2,65%

30 anni     1,97%                   2,03%               2,65%

L’adozione del tasso variabile prevede l’applicazione dell’Euribor a 6 mesi maggiorato di 200 punti base.

Mutui Inps simulazione del piano di ammortamento

Chi intende valutare in termini pratici la proposta Inps può sfruttare il sistema di calcolo presentato dall’ente previdenziale. All’interno del riquadro “Cerca” disponibile nella pagina principale del sito www.inps.it, basterà digitare questi termini “simulazione mutui” e quindi cliccare sulla scheda presentazione “simulazione del piano di ammortamento dei mutui ipotecari per dipendenti pubblici”.

Mutuo Inps ristrutturazione prima casa

In questa pagina sono riportate tutte le principali informazioni relative al servizio. Al suo interno è poi presente il collegamento “Accedi al servizio”. Sfruttando questo elemento si accederà alla pagina dedicata alla simulazione del piano di ammortamento.

Per maggiori informazioni sul mutuo Inps ristrutturazione prima casa vi consigliamo di visitare la pagina “Richiedere la concessione di un mutuo ipotecario” del portale ufficiale Inps.

Indice contenuti