Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestito Inps pensionati: come effettuare la simulazione online

Prestiti per pensionati Inps ex Inpdap: come ottenere credito a tasso agevolato

Con la soppressione dell’Inpdap tutte le prestazioni dedicate agli appartenenti alla pubblica amministrazione sono passate all’Inps. Tra queste troviamo l’offerta prestito Inps pensionati: linee di credito a tassi di interesse agevolato dedicate ai pensionati pubblici.

Questi prestiti rappresentano una grande opportunità per i pensionati che desiderano accedere al credito, poiché prevedono condizioni molto vantaggiose rispetto a quelle di mercato. Nello specifico i prestiti per pensionati Inps ex Inpdap si dividono in piccoli prestiti e prestiti pluriennali.

I finanziamenti agevolati sono accessibili solo ai pensionati iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, il fondo credito attraverso il quale dell’Inps concede questi prestiti. ma vediamo nel dettaglio le caratteristiche dell’offerta prestito Inps pensionati.

Prestiti personali per pensionati pubblici: condizioni contrattuali

I piccoli prestiti rientrano nella categoria dei prestiti personali e possono avere una durata di 1, 2, 3 o 4 anni. Per ogni anno di durata è possibile ottenere una somma pari a 2 mensilità medie nette percepite dal richiedente, ossia una somma pari a 2 volte la pensione mensile percepita. Il tasso di interesse è pari al 4,25%.

I prestiti pluriennali invece sono prestiti finalizzati che l’Inps concede solo a fronte di documentate necessità rientranti tra le casistiche previste dal Regolamento Prestiti Inps. Durata (5 o 10 anni) e importo finanziabile possono definiti in base alla finalità del prestito, come stabilito dal regolamento. Il tasso applicato è del 3,5%.

Va tuttavia precisato che oltre al tan, ai prestiti per pensionati Inps ex Inpdap si applica anche un’aliquota per le spese di amministrazione (0,5%) e una per il Fondo garanzia Inps. Quest’ultima viene definita in base alla durata del prestito e all’età del richiedente.

Finanziamenti per pensionati Inpdap: come fare una simulazione e presentare domanda

La domanda prestito Inps pensionati deve necessariamente essere inoltrata per via telematizzata, i richiedenti hanno però a disposizione diversi canali. Il pensionato può infatti inviare la richiesta direttamente online, tramite l’apposito servizio, oppure rivolgendosi al Contact Center dell’Inps o a un patronato.

I moduli di domanda possono essere scaricati direttamente dal sito dell’Inps, nella sezione Modulistica. Ricordiamo inoltre che l’Inps mette a disposizione anche un simulatore online che consente di stimare sia l’importo massimo erogabile che la rata mensile da rimborsare.

Tale servizio è accessibile seguendo il percorso: “Home – Servizi – Gestione Dipendenti Pubblici: Simulazione Calcolo Piccoli Prestiti e Prestiti Pluriennali”. Per utilizzare il simulatore non è necessario essere in possesso del Pin Inps, e l’utente può scegliere tra tre modalità di simulazione: simulazione prestito, simulazione per rata ideale e simulazione per importo specifico.

Indice contenuti