Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Piccoli prestiti ex Inpdap: credito agevolato per ogni imprevisto

Sei alla ricerca di un finanziamento che ti permetta di gestire i piccoli imprevisti quotidiani? I Piccoli prestiti ex Inpdap sono un’opportunità a tasso agevolato pensata proprio per questo. Sono destinati a dipendenti e pensionati pubblici. Vediamo subito cosa offrono e come ottenerli.

Piccoli prestiti Gestione Pubblica, i requisiti d’accesso

Piccoli prestiti ex Inpdap, chi può ottenerli? Sono finanziamenti pensati per rispondere alle richieste di dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Il processo di rimborso può avere una durata di uno, due, tre o quattro anni. La rata è costante e viene trattenuta in modo diretto dall’assegno mensile.

Il richiedente può fruire di un’opportunità non secondaria, è possibile conseguire credito senza dover specificare la finalità di utilizzo del prestito. Non sono richiesti documenti pertinenti le spese affrontate.

Se il dipendente è assunto presso amministrazioni statali o enti locali, deve risultare iscritto al Fondo credito. Se si tratta invece di dipendente di ente pubblico differente, può conseguire il finanziamento solo a condizione di aver aderito al Fondo credito entro il 31 maggio 2008.

Nel caso invece di pensionato, questo può ricevere il finanziamento solo se al momento del pensionamento ha inviato la richiesta di adesione al Fondo credito.

Prestiti per dipendenti pubblici, tasso 2017

Piccoli prestiti ex Inpdap: quanto si può richiedere? Le somme variano in relazione alla durata del rimborso e alla presenza di altri finanziamenti. In generale si va da una mensilità, considerata come stipendio oppure pensione, fino a una soglia massima corrispondente a otto.

Qual è il tasso di interesse? I Piccoli prestiti prevedono un tasso nominale annuo pari al 4,25%. Ci sono comunque alcune spese da non sottovalutare. Di cosa stiamo parlando? Di oneri amministrativi corrispondenti allo 0,50% e premio fondo rischi.

Prestiti Inps ex Inpdap: come ricevere i Piccoli prestiti

Piccoli prestiti ex Inpdap: come ottenerli? Per quanto riguarda le procedure, vi sono differenze a seconda del richiedente. Se questo è un dipendente, la richiesta va inviata in collaborazione con l’amministrazione di riferimento. Va utilizzato l’apposito modulo di richiesta, scaricabile dal sito inps.it (è sufficiente recarsi nella sezione “modulistica”).

I pensionati invece devono utilizzare una delle seguenti modalità:

  • il sito inps.it. Il percorso da seguire è “Accedi ai servizi”, “Servizi Gestione Dipendenti Pubblici”. A questo punto va selezionata la pagina “Servizi per iscritti e pensionati”. Una volta inserite le credenziali d’accesso andrà individuato il riferimento “Piccolo prestito pensionati”.
  • Contact center (il numero verde per la rete fissa è 803 164, da cellulare invece il numero è a pagamento, 06 164 164);
  • il patronato.