Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

I vantaggi del prestito Inpdap insegnanti statali a tasso agevolato

Cos’è e come funziona il prestito Inpdap agevolato per insegnanti

Quando si parla di prestiti Inpdap si fa solitamente riferimento ai finanziamenti dedicati ai dipendenti pubblici. Vi sono però dei finanziamenti agevolati dedicati agli insegnanti pubblici, si tratta del prestito Inpdap insegnanti.

Per chiamarlo correttamente, si dovrebbe parlare di piccolo prestito Gestione Assistenza Magistrale. Con la soppressione dell’Enam infatti tutte le prestazioni previdenziali e creditizie in capo all’ente sono passate di competenza dell’Inps che per gestirle ha creato la Gestione Assistenza Magistrale. È questo quindi l’ufficio di riferimento per gli insegnanti pubblici che sono alla ricerca di un finanziamento agevolato.

Quando è possibile ottenere il finanziamento

Ma come funziona il piccolo prestito Inpdap insegnanti? Il finanziamento ex Enam viene concesso solo per far fronte a specifiche spese, che riportiamo di seguito. La concessione del capitale avviene tramite un fondo dell’ente previdenziale. Non è quindi previsto l’intervento di banche e società finanziarie.

  • nascita o adozione di figli;
  • matrimonio del richiedente o dei figli;
  • morte di familiari;
  • gravi malattie del richiedente o dei familiari;
  • acquisto della casa di abitazione;
  • interventi di manutenzione straordinaria della casa di residenza;
  • mutuo in corso per l’acquisto della prima casa;
  • cure odontoiatriche riferite al richiedente o ai familiari a carico;
  • cambio di residenza;
  • acquisto di un’automobile;
  • spese per frequenza di corsi universitari da parte del richiedente o dei figli;

È tuttavia possibile richiedere il finanziamento anche per eventi straordinari, non rientranti tra le motivazioni sopra elencate. È necessario però che la ragione per cui si richiede il prestito determini un particolare stato di necessità nel richiedente.

Tassi e domanda di prestito online 2018

La somma massima erogabile del prestito Inpdap insegnanti è fissata a due mensilità di stipendio in godimento al richiedente. Il rimborso si estende invece per 24 mesi. Per quanto attiene al tasso di interesse, il Tan è fisso all’1,5%.

Vi sono poi da considerare le spese di amministrazione e il premio per il Fondo di Garanzia Inps, complessivamente pari all’1% dell’importo lordo del finanziamento.

La domanda di prestito deve essere presentata per via telematizzata, sfruttando il servizio online presente sul sito inps.it. La richiesta va corredata di tutta la documentazione attestante la spesa che si deve sostenere. Sul sito ufficiale dell’Inps è presente un manuale utente che spiega come procedere per la trasmissione della richiesta.