Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Bandi Inpdap borse di studio per studenti di medie, superiori e università

Borse di studio Inpdap per figli dipendenti e pensionati pubblici 2017

La formazione è una priorità per chiunque viva nella nostra società, soprattutto per chi è più giovane. Non sempre però le famiglie dispongono delle risorse necessarie per assicurare un completo percorso formativo ai propri figli. È in questo contesto che intervengono i contributi Inpdap borse di studio. Vediamo quindi di scoprirne le caratteristiche, le modalità d’accesso e i soggetti beneficiari.

Prima di entrare nel merito dell’offerta è necessario specificare alcuni aspetti formali e di contenuto. L’Inpdap non esiste più ma le sue funzioni non sono scomparse, si è verificato infatti il loro trasferimento all’interno dell’Inps. È proprio l’Inps Gestione Dipendenti Pubblici a fornire le proposte formative cui ci stiamo riferendo.

Con cadenza annuale l’Inps pubblica bandi che consentono ai vincitori di impiegare le risorse conseguite come parziale rimborso delle spese affrontate nel corso dell’anno scolastico/accademico trascorso.

Ma chi sono esattamente i beneficiari delle misure Inpdap borse di studio? La partecipazione al bando interessa i figli e gli orfani dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione che siano iscritti alla Gestione dipendenti pubblici e alla Gestione magistrale.

Bandi Inpdap borse di studio scuole superiori, scuole medie e università

Per quanto riguarda invece i percorsi di formazione, vengono interessati pressoché tutti i livelli formativi, in modo particolare il Regolamento Inps fa riferimento a: istituti scolastici e università, statali o legalmente riconosciuti; scuole italiane all´estero; scuole europee dell´Unione europea; istituti stranieri, purché riconosciuti come equivalenti a quelli italiani.

L’Inps ha disposto l’assegnazione delle borse di studio grazie a due bandi. Uno fa riferimento esclusivamente agli studenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado. L’altro invece interessa i corsi di formazione di livello post secondario, universitario, professionale o post-universitario.

I bandi vengono pubblicati dall’Inps, generalmente tra l’ultimo trimestre dell’anno cui si fa riferimento o il primo trimestre dell’anno successivo. I bandi possono essere consultati direttamente della sezione Borse di studio del portale inps.it.

Come presentare la domanda

L’invio della domanda Inpdap borse di studio si realizza online da parte del genitore iscritto in servizio o in pensione, dal genitore superstite o dal tutore. Qualora si tratti di uno studente che ha già compiuto la maggiore età, sarà lo stesso concorrente a dover presentare la domanda.

Per comunicare la domanda è necessario disporre del PIN, codice di accesso segreto, che permette di fruire dei servizi presenti nell’Area Riservata del sito Inps (per maggiori informazioni sulle procedure d’accesso e sui servizi online Inps ex Inpdap, vi invitiamo a visitare questo nostro precedente approfondimento).

In rapporto ai bandi è fondamentale ricordare alcuni aspetti essenziali:

  • la selezione dei vincitori è fondata sul rendimento scolastico dello studente, ma anche sulla scorta dei valori riportati dell’indicatore Isee;
  • nel processo di assegnazione delle borse di studio, è previsto un trattamento particolare ai soggetti organi e ai disabili, ma esclusivamente per le borse che interessano il primo e il secondo ciclo di istruzione;
  • vi sono delle agevolazioni ulteriori per studenti universitari e post-universitari che siano residenti al di fuori della regioni in cui frequentano il proprio corso di studi.

Borse di studio Inpdap master 2017

Oltre alle borse di studio per l’università e le scuole secondarie di primo e secondo grado, i figli di dipendenti e pensionati iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali possono beneficiare anche di borse di studio per master universitari di I e II livello.

Borse di studio che possono essere utilizzate anche da quanti prendono parte a corsi universitari di perfezionamento, master o corsi formativi promossi da atenei esteri. Il contributo viene assegnato attraverso un bando di concorso, pubblicato con cadenza annuale sul sito ufficiale dell’Inps.

I requisiti

Per ottenere il contributo è necessario che il richiedente sia in possesso di tutti i requisiti stabiliti dal relativo bando. Per quanto attiene la presentazione della domanda, le richieste per ottenere la borsa di studio devono essere presentate dallo studente entro i termini di scadenza stabiliti dal relativo bando.

A tal proposito si fa riferimento a quanto stabilito dall’ateneo di riferimento. Questo perché ogni ateneo convenzionato con l’Inps, che prevede per i propri studenti la possibilità di utilizzare i contributi Inpdap borse di studio per le iniziative promosse, pubblica un bando. Documento in cui sono indicati i requisiti di ammissione e i termini da rispettare per la presentazione della domanda.

In ogni caso per essere ammessi al concorso, i candidati devono:

  • presentare l’indicatore ISEE riferito al proprio nucleo familiare;
  • presentare l’iscrizione al master o al corso universitario di perfezionamento a cui si intende partecipare;
  • risultare disoccupati o inoccupati;
  • avere meno di 40 anni di età.