Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Calcola cessione quinto: trova la rata migliore per te

Richiedere un prestito contro cessione del quinto significa optare per un’alternativa estremamente flessibile e sicura. Come si calcola cessione quinto? Ecco qualche informazione in merito.

Calcola cessione quinto stipendio: tutte le informazioni

Chi vuole sapere come si calcola cessione quinto stipendio deve partire dallo stipendio mensile netto e decurtarne la quinta parte, che viene considerata come rata mensile per il rimborso del prestito.

Il fatto di avere una busta paga mensile rappresenta in questo caso la principale garanzia di solvibilità del prestito non finalizzato e non prevede la presentazione di garanzie reali.

Calcola cessione quinto: cosa sapere sui contratti assicurativi

Quando si calcola cessione quinto è necessario prendere in considerazione anche l’opzione dei contratti assicurativi. Chi richiede un prestito contro cessione del quinto dello stipendio deve sottoscrivere un contratto assicurativo rischio vita e impiego, dal momento che il prodotto non prevede la presentazione di garanzie reali.

Il costo della polizza viene trattenuto direttamente dalla cifra iniziale. Per questo il titolare del contratto di prestito riceve un determinato finanziamento al netto degli oneri assicurativi previsti a norma di legge, sia che la cessione del quinto riguardi lo stipendio, sia che riguardi il trattamento pensionistico.

Calcola cessione quinto pensione: ecco tutte le specifiche tecniche

La cessione del quinto della pensione è un prodotto che consente a un’ampia platea di utenti di accedere al credito. Come nel caso dello stipendio, anche in questo è da considerare la ricezione di una busta paga come principale garanzia di solvibilità.

Per capire come si calcola cessione quinto pensione è necessario considerare anche la fattispecie della salvaguardia del trattamento minimo.

Di cosa si tratta? Di una misura avente l’obiettivo di salvaguardare il trattamento di pensione sociale previsto di anno in anno e considerato necessario per la conduzione di una vita dignitosa.

La richiesta del prestito contro cessione del quinto della pensione è subordinata alla presentazione della comunicazione di quota cedibile, un documento attestante l’entità della rata massima e rilasciato dall’Ente in seguito a richieste specifica della realtà creditizia che eroga il finanziamento.

In caso di convenzioni speciali i tempi di ricezione sono notevolmente ridotti.

Cessione del quinto: informazioni su tassi e durata

Quando si calcola cessione quinto della pensione o dello stipendio è necessario considerare anche la durata, che non può superare i 120 mesi. Nel caso di pensionati in età particolarmente avanzata la durata massima può essere ridotta a 60 mesi.

Altro aspetto importante del quale tenere conto è la presenza di un tasso fisso per tutta la durata del finanziamento e inferiore alla soglia anti usura.

Concludiamo ricordando che tra i vantaggi del prestito contro cessione del quinto dello stipendio o della pensione è presente la possibilità di usufruirne anche se si è iscritti agli elenchi dei cattivi pagatori o dei protestati (l’erogazione non è subordinata al controllo delle banche dati).

Trattandosi di un prestito non finalizzato non è prevista la presentazione di un giustificativo di spesa.

Indice contenuti