Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Conto corrente a Malta: consigli per chi vuole aprirne uno

Con la crisi economica e la pressione fiscale che difficilmente lascia scampo, sono sempre di più i privati e le imprese che decidono di spostare i propri risparmi e l’attività all’estero. Tra i Paesi più considerati in merito c’è Malta. Per viverci ed esercitare un’attività d’impresa è però necessario prendere alcune informazioni e documentarsi in merito al conto corrente a Malta.

Perché aprire un conto a Malta?

La prima domanda che sorge spontanea riguarda i motivi per cui si dovrebbe aprire un conto corrente a Malta. I vantaggi di questa scelta sono diversi. In primo luogo è bene ricordare che Malta aderisce al sistema finanziario della Comunità Europea. Ciò significa che la scelta di esportare dei capitali non implica eccessivi rischi dal punto di vista del carico fiscale.

Malta è caratterizzata anche da un sistema economico molto stabile, classificato con la A+. L’isola di Malta può a ragione essere definita come uno dei riferimenti più innovativi dal punto di vista finanziario in Europa. Sono diversi gli istituti di credito che hanno deciso d’investire in questo contesto geografico, con grandi vantaggi soprattutto per le start up.

Requisiti per aprire un conto a Malta: ecco quali sono

Chi vuole aprire un conto corrente a Malta deve rispondere a specifici requisiti. Il principale riguarda la mancanza di condanne per bancarotta. Fondamentale è anche non avere alle spalle una situazione contraddistinta da problemi nel pagamento dei debiti.

Chi ha un profilo creditizio di qualità può aprire senza problemi un conto a Malta. Essenziale è specificare che gli istituti di credito effettuano controlli molto approfonditi sulla situazione economica di chi richiede l’apertura di un conto. Se vengono riscontrate criticità come quelle sopra specificate è possibile che la richiesta sia rifiutata.

Degno di nota è il fatto che non sia necessario versare cifre importanti. I nuovi correntisti a Malta possono iniziare anche con 50€.

Come aprire un conto a Malta: la procedura passo dopo passo

Per aprire un conto corrente a Malta non è necessario recarsi fisicamente sull’isola. Grazie alla tecnologia, infatti, si ha modo di gestire l’intera procedura online, facendo riferimento ai portali ufficiali degli istituti di credito.

L’apertura del conto prevede che il titolare abbia a portata di mano il proprio documento d’identità in corso di validità, il passaporto e, se possibile, anche la fattura di un’utenza a lui intestata recante specifiche sul suo indirizzo.

Conto corrente aziendale a Malta: i documenti richiesti

L’apertura di un conto corrente a Malta è un vantaggio anche per le aziende. In questo caso, però, i documenti richiesti sono più numerosi. Fondamentale è fornire specifiche sul passato creditizio della società, così come presentare i passaporti di tutti i soci.

Anche per quanto riguarda il comparto aziendale vengono effettuate indagini molto approfondite. Ciò significa che è opportuno richiedere l’apertura del conto se non si hanno alle spalle procedure di fallimento o problemi relativi a debiti.

Indice contenuti