Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Fondo di Garanzia prima casa 2024: come funziona e chi può accedervi

Con l’approvazione della Legge di Stabilità si sono riaccesi i riflettori su alcune interessanti agevolazioni dedicate a chi acquista casa. Il Fondo di Garanzia prima casa 2024 è senza dubbio una delle più importanti.

Mutui agevolati 2024: quali sono i requisiti per richiederli

Il Fondo di Garanzia prima casa 2024 è la conferma di una misura ministeriale attiva dal 2014. Di cosa si tratta di preciso? Di un’agevolazione che permette alle giovani coppie e a chi si trova in condizioni economiche disagiate di accendere un mutuo con una garanzia statale.

Nello specifico si parla di una garanzia statale sul 50% della quota capitale del mutuo. Fondamentale è che il valore dell’immobile oggetto dell’acquisto sia inferiore a 250.000 e che per il beneficiario sia la prima casa in territorio italiano.

Fondo Garanzia per l’acquisto della prima casa: altri requisiti fondamentali

I requisiti per l’accesso al Fondo di Garanzia prima casa 2024 non finiscono qui. Da citare è anche il fatto che l’immobile oggetto dell’acquisto non deve risultare annoverato nelle categorie catastali A1, A8 e A9. Le suddette, infatti, indicano le unità immobiliari di lusso.

Per quanto riguarda invece i requisiti dei beneficiari sottolineiamo che tra questi non compare il reddito. Tutti possono accedere al Fondo, ma a specifiche categorie di clienti è riservata la priorità.

Di chi si tratta? Dei giovani under 35 con un contratto di lavoro atipico, delle coppie sia sposate sia conviventi da almeno due anni con almeno un membro under 35.

Tra i beneficiari del Fondo è possibile ricordare anche gli inquilini di case popolari e i genitori single che hanno a carico uno o più figli minorenni.

Come si richiede l’accesso al Fondo

La richiesta per l’accesso al Fondo di Garanzia prima casa 2024 è molto semplice. Innanzitutto bisogna consultare il sito Consap e visionare l’elenco degli istituti di credito che aderiscono alla misura. Attualmente superano il 70% di quelli attivi nel territorio italiano.

Anche sul sito di Abi è possibile trovare diverse informazioni in merito. In entrambi i casi si possono scaricare i moduli di presentazione della domanda.

I suddetti sono contraddistinti dalla presenza di record dedicati ai dati anagrafici e dalla necessità di dichiarare di non essere proprietari di altri immobili.

L’unica eccezione a questa regola è l’acquisizione di immobili sul territorio in seguito alla morte di un familiare.

Richiesta di accesso al Fondo Garanzia prima casa: valida solo per l’acquisto?

La richiesta di accesso al Fondo di Garanzia prima casa 2024 è valida anche per chi vuole richiedere un mutuo finalizzato alla ristrutturazione.

Molto importante è aver presente che l’istanza può essere inviata solo dopo se l’istituto di credito ha assicurato la piena operatività della misura. A tal proposito il termine massimo è 30 giorni dall’adesione ufficiale al Fondo.

Indice contenuti