Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Investimenti sicuri: le formule di risparmio preferite dagli italiani

Investimento sicuro: ecco dove gli italiani mettono i risparmi

Agli italiani piacciono investimenti sicuri. Sono stati molti gli studiosi ad aver sottolineato come i cittadini italiani e l’economia del nostro Paese abbiano resistito agli anni più duri della crisi economica grazie ai risparmi accumulati nel corso del tempo dalle famiglie.

L’attitudine al risparmio sembra infatti essere una delle più ricorrenti caratteristiche nella rappresentazione dei nuclei familiari italiani. Fenomeno che non accenna a diminuire nemmeno in periodi difficili come quello attuale, caratterizzato da una fortissima disoccupazione.

Crisi e investimenti sicuri: cresce la partecipazione degli italiani nei mercati finanziari

A confermare la teoria degli investimenti sicuri è un intervento di Giuseppe Vegas presidente della Consob. Vegas ha spiegato che l’Italia è uno dei paesi più risparmiatori del mondo, al punto che la ricchezza complessiva delle nostre famiglie corrisponde a circa quattro volte il debito pubblico italiano e, al netto del valore degli immobili, è pari al doppio del Prodotto Interno Lordo italiano.

Ma questo non è tutto. Stando a quanto riportato da un recente sondaggio condotto per la Consob da Gfk Eurisko, lo scorso anno i risparmiatori italiani hanno aumentato la loro partecipazione ai mercati finanziari, arrivando al 48%. Una scelta che ha dimostrato una maggiore propensione al rischio rispetto agli anni passati.

Investimenti sicuri 2015: crescono gli investimenti italiani, ma solo a basso rischio

Sembra dunque che vi sia una leggera crescita della propensione al rischio da parte degli italiani, che vista la difficile situazione socio economica potrebbero avere deciso di mettersi più in gioco sotto questo punto di vista. Magari cercando di ottenere maggiore profitto dai propri investimenti.

E questo boom del risparmio gestito, o per meglio dire investito, ne è sicuramente una prova evidente, dato che si è registrato un aumento degli investimenti da parte dei risparmiatori italiani pari al 15% in un solo anno. Un fenomeno sotto gli occhi di tutti che sembrerebbe far sperare in una ripresa economica.

Purtroppo però c’è anche l’altra faccia della medaglia: il 70% delle famiglie è disposto a investire i risparmi solo in prodotti che assicurino il capitale o che garantiscano un rendimento, anche se minimo.

Non è un caso, infatti, che forme di investimento come titoli di stato, buoni fruttiferi postali, e libretti di deposito siano i preferiti dagli italiani. Molto utilizzati anche i conti deposito e le obbligazioni bancarie. Secondo Vegas questo atteggiamento sarebbe dovuto tanto ad un’innata prudenza della nostra popolazione, quanto a una cultura finanziaria piuttosto bassa.

Indice contenuti