consigli per acquistare casa
Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui dipendenti statali: il nuovo regolamento Inpdap

Mutui agevolati dipendenti statali

I mutui dipendenti statali risultano essere i finanziamenti maggiormente agevolati, settore professionale tra i più rivalutati in quanto godono della garanzia del posto fisso in un’azienda che non prevede il fallimento negli anni.

L’Istituto di previdenza per dipendenti della pubblica amministrazione ha dato vita a dei prodotti finanziari agevolati per l’accensione di mutui o richiesta di finanziamenti a tassi realmente convenienti per tutti i dipendenti statali.

Mutui dipendenti pubblici la normativa

L’istituto concede agli iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici la possibilità di accendere mutui ipotecari per acquisto di abitazioni non di lusso in Italia, o la surroga di mutui contratti negli anni. Ma anche finanziamenti per realizzazioni di opere di pubblica utilità a comuni, provincie o cooperative edilizie per la costruzione di case popolari ed economiche, o anche ad enti di diritto pubblico e società concessionarie di lavori pubblici.

I mutui Inpdap possono essere richiesti da tutti gli iscritti con un contratto di lavoro che al momento della presentazione della domanda sia a tempo indeterminato o a per tutti i pensionati con un anzianità di iscrizione che non deve essere inferiore ad un anno, compresi periodi di servizio a tempo determinato.

I mutui dipendenti statali richiesti all’Inps possono essere concessi per l’acquisto, costruzione, completamento e ampliamento di un immobile che non potrà essere considerato bene di lusso e che sarà destinato a residenza per l’iscritto ed il nucleo familiare.

Mutui dipendenti statali che potranno essere richiesti anche per tutti i lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria per la ristrutturazione del proprio alloggio di proprietà o anche per acquisto o costruzione di un box auto che necessariamente deve trovarsi ad un massimo di 500 metri di distanza dalla propria abitazione.

Gli importi erogati dall’ente variano in base alla tipologia di richiesta presentata dai dipendenti statali, per un valore di massimo 300 mila euro relativi all’acquisto di un immobile, o pari al 40% del valore dell’immobile per un massimo di 150 mila euro per la ristrutturazione dell’immobile e massimo 75 mila euro per l’acquisto o ristrutturazione del box auto.

Inoltre l’iscritto avrà l’opportunità di richiedere allo stesso tasso di interesse un ulteriore importo che non potrà superare i 6 mila euro per tutte le spese relative alla copertura assicurativa ma solo per le spese che saranno documentate.

Mutui a dipendenti statali come richiederli?

Richiedere i mutui dipendenti statali è semplice basterà presentare la domanda di richiesta mutuo o finanziamento corredata di tutta la documentazione utile e inviarla telematicamente all’ente entro i periodi indicati dal regolamento, ovvero dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre, indispensabile per i dipendenti statali controllare che ogni documento sia stato allegato per evitare il rigetto della domanda da parte dell’ente.

Indice contenuti