Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti Inpdap come funzionano: la guida per gli utenti

Oggi, a causa della crisi e dell’incertezza lavorativa, è molto importante informarsi sulle principali alternative di accesso al credito. Documentarsi su prestiti Inpdap come funzionano lo è in generale di più, dal momento che l’Ente mette a disposizione di pensionati e lavoratori davvero tanti prodotti finanziari, che permettono di far fronte a diverse esigenze.

Come funziona il piccolo prestito Inps ex Inpdap

Per avere un quadro di prestiti Inpdap come funzionano è bene partire dal piccolo prestito, una prestazione economica che, riservata agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, consente di far fronte a esigenze finanziarie improvvise richiedendo somme di denaro rimborsabili con piani di ammortamento compresi tra i 12 e i 48 mesi.

Questo prestito è caratterizzato da un tasso fisso per tutta la durata del finanziamento e consente di richiedere una cifra massima pari a otto mensilità nette di stipendio.

Prestiti pluriennali Inps ex Inpdap: le finalità

Un altro aspetto da approfondire in merito a prestiti Inpdap come funzionano riguarda le finalità dei pluriennali diretti. Questi prestiti, rimborsabili con piani di ammortamento compresi tra i 60 e i 120 mesi, possono essere richiesti per far fronte a esigenze improvvise di carattere personale o familiare. Si passa dagli oneri per la ristrutturazione della casa, fino alle spese da affrontare in caso di malattia grave dell’iscritto.

I prestiti pluriennali diretti Inps ex Inpdap possono essere richiesti anche per far fronte all’acquisto di ausili di natura medica od ortopedica.

Quali documenti servono per i prestiti pluriennali Inps?

Per capire prestiti Inpdap come funzionano nel caso dei pluriennali, è bene ricordare che per ottenerli sono necessari specifici documenti. Quali sono? Lo stato di famiglia, le fatture rilasciate in seguito alle spese che hanno portato alla richiesta del prestito, il certificato medico per le finalità non legate all’ambito familiare.

Come funzionano i mutui Inps ex Inpdap?

L’ultimo aspetto da approfondire per capire prestiti Inpdap come funzionano riguarda i mutui ipotecari che l’Ente eroga agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Questi piani, che hanno finalità diverse tra loro, permettono di richiedere fino a 300.000€, destinati a finanziare l’acquisto della prima casa d’abitazione.

Le altre finalità riguardano la ristrutturazione dell’immobile e la costruzione di un box o di un posto auto da considerare come pertinenza dell’abitazione principale.

Per richiedere il mutuo Inps ex Inpdap è necessario presentare l’istanza direttamente online, compilando tutti i moduli necessari e avendo cura di presentarli tutti, onde evitare l’esclusione della richiesta anche se si è in possesso dei requisiti.

Tutte le domande pervenute all’Ente vengono prese in considerazione e accettate sulla base della disponibilità finanziaria della Direzione Regionale competente. In caso di penuria di fondi si stila una graduatoria, considerando come criteri il reddito del richiedente e la composizione del nucleo familiare.

Indice contenuti