prestiti inps per dipendenti poste
Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come ottenere prestiti Inps per dipendenti Poste Italiane

Come funzionano i prestiti Ipost 2017

Sono tante le circostanze che possono indurre alla richiesta di un finanziamento. È molto difficile però trovare un prodotto che sappia conciliare convenienza, condizioni di rimborso trasparenti e sostenibilità del rimborso durante l’intero piano di ammortamento. Tra le soluzioni più competitive troviamo i prestiti Inps per dipendenti Poste Italiane. Cosa offrono, quali sono i requisiti d’accesso e per quali circostanze possono essere richiesti? Passiamo in esame tutte le soluzioni.

Finanziamenti per dipendenti Poste Italiane

I prestiti Inps per dipendenti Poste Italiane si articolano in due proposte. Il Piccolo prestito Gestione Fondi Poste è un prodotto caratterizzato da un rimborso su cessione del quinto con rimborso su 12, 24, 36 o 48 mesi. Le somme accordate invece partono da un minimo di una mensilità stipendiale ma possono aumentare fino a otto.

Si tratta di una linea di credito rivolta ai dipendenti di Poste Italiane e società collegate. È necessario rispettare un requisito specifico: disporre di almeno due anni di anzianità di servizio. Tra i vantaggi troviamo l’opportunità di non fornire alcuna motivazione al momento della richiesta.

Il piccolo prestito

Molto conveniente è il tasso di interesse, troviamo infatti un Taeg che corrisponde al 5%. Passiamo quindi alla domanda di finanziamento. La richiesta va inviata sfruttando il modulo (scaricabile dal portale inps.it), cui vanno allegati diversi documenti:

  • copia dell’ultima busta paga
  • certificato stipendiale;
  • fotocopia del documento di identità.

La domanda e tutti gli elementi correlati vanno inoltrati all’Inps seguendo una di queste modalità:

  • invio tramite posta all’indirizzo: Inps – Direzione Centrale Credito e Welfare – Area Prestazioni Creditizie – Via Aldo Ballarin, 42 – 00142 Roma.
  • Invio in forma telematica sfruttando la sezione online del portale Inps. È necessario disporre del Pin.

Finanziamenti pluriennali

Anche il Prestito pluriennale Gestione Fondi Poste è un finanziamento su cessione del quinto, ma in questo caso le opzioni di durata sono due: cinque o dieci anni.

I beneficiari sono gli stessi del Piccolo prestito, ma il richiedente deve poter contare su quattro anni di anzianità di servizio di ruolo. La domanda inoltre può essere inviata solo a condizione che la finalità sia una tra quelle previste dal regolamento. La rata è computata alla luce di un Taeg del 3,50%.

Come presentare la domanda? Al modulo di richiesta (scaricabile del portale Inps) vanno aggiunti diversi allegati:

  • certificato stipendiale;
  • copia ultima busta paga;
  • copia documento di identità valido;
  • dichiarazione di copia conforme agli originali;
  • autocertificazione stato di famiglia;
  • certificato di buona salute;
  • documentazione richiesta dal regolamento per ogni motivazione.

La richiesta dei prestiti Inps per dipendenti Poste pluriennali va inoltrata via posta all’indirizzo: Inps Direzione Centrale Credito e Welfare – Area Prestazioni Creditizie – Via Aldo Ballarin, 42 – 00142 Roma.

Rinnovo dei prestiti pluriennali

È possibile rinnovare i prestiti quinquennali e decennali con finanziamenti della stessa durata a condizione che siano trascorsi rispettivamente due o quattro anni dall’avvio del piano di ammortamento. Tuttavia nel caso in cui il richiedente desideri rinnovare un prestito quinquennale con uno decennale non è necessario attendere che siano trascorsi due anni.

Ricordiamo inoltre che quanti hanno in corso un prestito un quinquennale o decennale possono richiedere la concessione di un piccolo prestito. Finanziamento che però verrà erogato in misura ridotta.

In altre parole è possibile ottenere:

  • prestiti annuali con importo pari a una mensilità;
  • prestiti biennali con importo pari a due mensilità;
  • prestiti triennali con importo pari a tre mensilità;
  • prestiti quadriennali con importo pari a quattro mensilità.

Estinzione anticipata dei prestiti

Quando è possibile effettuare l’estinzione anticipata dei prestiti Inps per dipendenti Poste Italiane? Per i piccoli prestiti l’estinzione anticipata è possibile in qualsiasi momento, mentre per i prestiti pluriennale è necessario che sia trascorso un lasso di tempo minimo.

Nello specifico, per i finanziamenti di durata quinquennale l’estinzione anticipata è possibile dopo due anni dall’inizio del piano di rimborso mentre per quelli decennale si devono attendere almeno quattro anni.