Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Finanziamenti pensionati Inpdap a Tan agevolato

I finanziamenti per pensionati sono dei prodotti vantaggiosi e ormai molto diffusi. Informarsi sui finanziamenti pensionati Inpdap è molto importante per avere le idee chiare su come richiederli.

Finanziamenti pensionati: la cessione del quinto

I finanziamenti pensionati Inpdap vedono nella cessione del quinto del trattamento pensionistico la principale tipologia di accesso al credito. Come funziona? Con il contatto iniziale tra l’istituto di credito o la società finanziaria e il pensionato, che sceglie personalmente la realtà a cui richiedere l’accesso al credito.

Importante è ricordare che la durata complessiva del piano di ammortamento non può superare i 10 anni – in alcuni casi la durata massima è pari a 60 mesi, ma solo quando il pensionato ha un’età superiore ai 65 anni – e che è necessaria la stipula di un contratto di assicurazione rischio premorienza.

Prestiti ai pensionati: quali trattamenti sono esclusi dalla cessione del quinto

Informarsi sui finanziamenti pensionati Inpdap significa avere le idee chiare sui trattamenti per i quali non è possibile richiedere la cessione del quinto della pensione.

Quali sono?

  • Pensioni sociali
  • Assegni d’invalidità civile
  • Assegni erogati mensilmente per l’assistenza a pensionati disabili
  • Assegni di sostegno al reddito
  • Assegni al nucleo familiare
  • Pensioni contitolate per la parte non di pertinenza del richiedente il prestito

Finanziamenti pensionati Inpdap: i passaggi per la richiesta della cessione del quinto

Parlare di finanziamenti pensionati Inpdap vuol dire anche dettagliare tutto il processo che il pensionato deve affrontare per richiedere il prestito. Dopo il primo contatto con la realtà creditizia è necessario attendere la comunicazione di quota cedibile. Di cosa si tratta? Di un documento dove è presente l’indicazione della rata massima decurtabile ogni mese.

Il suddetto documento viene fornito dall’Ente all’istituto di credito o alla società finanziaria scelta dal richiedente. Se la realtà creditizia ha una convenzione con l’Inps i tempi sono ulteriormente ridotti.

Cessione del quinto della pensione: le forme di tutela

I finanziamenti pensionati Inpdap e il prestito contro cessione del quinto della pensione in particolare prevedono specifiche formule di tutela del pensionato. Di cosa si parla? Della salvaguardia del trattamento minimo.

In caso di pensioni particolarmente basse è infatti possibile che la quota cedibile sia inferiore al quinto della pensione, così da salvaguardare quello che, di anno in anno, è considerato il trattamento minimo per la conduzione di una vita dignitosa.

Il prestito contro cessione del quinto della pensione, caratterizzato da un tasso fisso per tutta la durata del finanziamento, si contraddistingue per la possibilità di rimborsare il finanziamento in maniera flessibile e comoda.

Un altro vantaggio consiste nella possibilità di accedere a questa formula di prestito anche se si risulta iscritti all’elenco dei cattivi pagatori e dei protestati.

Concludiamo ricordando che, trattandosi di un prestito non finalizzato, la cessione del quinto non rende necessaria la presentazione di un rendiconto delle spese effettuate con la cifra finanziata.

Indice contenuti