Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti Inps pensionati invalidi: come funzionano

Prestiti Inps pensionati invalidi: come funziona la cessione del quinto

Inizialmente riservata ai lavoratori dipendenti, nel 2005 il legislatore ha esteso la possibilità di contrarre prestiti su cessione del quinto anche ai pensionati. si tratta di particolari linee di credito che prevedono il rimborso del credito tramite decurtazione della rata direttamente dall’assegno pensionistico.

Come suggerisce il nome, la rata mensile non può avere un importo superiore alla quinta parte dell’assegno mensile percepito dal richiedente.

La detrazione avviene ad opera dell’ente previdenziale che eroga la prestazione previdenziale. Per offrire la massima tutela ai propri pensionati, l’Inps ha definito precise modalità e condizioni per accedere alla cessione del quinto della pensione.

Ma come ottenere i prestiti su cessione del quinto? Poiché non si tratta di finanziamenti concessi dall’Inps, il pensionato che intende richiedere un finanziamento su cessione del quinto deve presentare domanda alla banca o società finanziaria prescelta.

Prestiti Inps pensionati invalidi

Come stabilito dalla normativa vigente, la durata del contratto di finanziamento non può superare le 120 mensilità (10 anni). Contestualmente alla sottoscrizione del prestito, il richiedente deve stipulare anche una polizza assicurativa obbligatoria contro il rischio di premorienza

Prestiti Inps pensionati invalidi: quali i documenti necessari? Per ottenere una cessione del quinto il pensionato deve presentare all’istituto di credito la comunicazione di cedibilità della pensione.

Si tratta di un documento in cui viene indicato l’importo massimo previsto per la rata del prestito su cessione del quinto. Per ottenere la quota cedibile il pensionato richiedente deve presentarsi personalmente presso una qualunque sede Inps.

Nel caso in cui il pensionato si sia rivolto a un ente finanziario convenzionato con l’Inps, non è necessario richiedere la comunicazione di cedibilità all’Istituto previdenziale. La dichiarazione verrà elaborata direttamente dalla banca o finanziaria sfruttando il collegamento telematico con l’Istituto.

In ogni caso, dopo che richiedente e ente di credito hanno sottoscritto il contratto di finanziamento l’Inps provvederà a detrarre la quota stabilita dalla pensione e versarla all’ente finanziatore.

Prestiti Inps pensionati invalidi e inabili: tutte le esclusioni

Sono tuttavia esclusi dalla cessione del quinto i soggetti che ricevono i seguenti trattamenti:

  • assegni e pensioni sociali
  • pensioni di invalidità civile
  • assegni di sostegno al reddito
  • assegni mensili per l’assistenza ai pensionati per inabilità
  • assegni al nucleo familiare
  • prestazioni di esodo ex art. 4, commi da 1 a 7 – ter, della Legge n. 92/2012.

Va precisato inoltre che in caso di pensioni con contitolarità, non è interessata dalla cessione del quinto la quota della pensione non di pertinenza del richiedente.

Indice contenuti