Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Trattenute sulla pensione: come calcolarle

Trattenute di legge sulla pensione

Effettuare il calcolo delle trattenute sulla pensione consente ad ogni pensionato di conoscere il reale importo della pensione mensile percepita. Ma come effettuare il calcolo delle trattenute sulla pensione?

Ogni pensionato ha la necessità di conoscere il reale importo percepito mensilmente, il calcolo delle trattenute sulla pensione può essere effettuato solamente per gli importi che superano i 7.500 euro annui per i pensionati che hanno compiuto 75 anni d’età. Importi che toccano i 7.750 euro annui per tutti i pensionati che invece hanno superato i 75 anni.

Le trattenute sulla pensione consentono ad ogni pensionato di conoscere il proprio reddito netto, ad eccezione delle pensioni di invalidità, le pensioni sociali, le maggiorazioni o gli assegni di solidarietà, dove il calcolo delle trattenute non può essere conteggiato.

Calcolo trattenute sulla pensione

Ma come è possibile effettuare il calcolo delle trattenute sulla pensione? Per cercare di calcolare le trattenute sulla pensione accreditata sul proprio conto corrente sarà necessario visualizzare il modello Obis M, predisposto e inviato dall’Inps.

Per ogni pensionato che vuole effettuare il conteggio delle trattenute il primo passo sarà sicuramente accertarsi su quali pensioni rientrano nel conteggio delle trattenute.

Tutte le trattenute sulle pensioni sono previste per remunerazioni di altra natura, nel caso dei lavoratori autonomi saranno effettuare dall’Inps mentre nel caso di un lavoratore dipendente potranno essere conteggiate dal datore di lavoro sulla retribuzione del dipendente che risulta in possesso di pensione.

Il certificato di pensione ovvero il modello Obis che è possibile richiederlo presso una delle sedi Inps, consente di conteggiare correttamente le trattenute sulla pensione. Sarà necessario quindi fare riferimento all’importo giornaliero indicato nel certificato di pensione.

Il conteggio potrà essere effettuato moltiplicando il valore della trattenuta per i giorni retribuiti del mese che non devono superare i 26 giorni. Nel caso in cui l’orario lavorativo sia inferiore a 6 giorni, il calcolo prevede che l’importo sia moltiplicato per le 6 giornate.

Mentre in caso di contratto di lavoro full time si potrà effettuare il calcolo della trattenuta sulla pensione semplicemente conteggiando la trattenuta sulla base delle ore lavorative del dipendente.

Trattenute fiscali sulla pensione: sanzioni per chi non le versa

Ogni datore di lavoro è obbligato a versare le trattenute sulla retribuzione del lavoratore che percepisce una pensione mensile. Il datore potrà corrispondere le trattenute sulla retribuzione trasferendo le somme erogate all’istituto previdenziale che si obbliga a erogare la pensione.

Tutti i datori di lavoro che non rispettano l’obbligo previsto come stabilito dal regolamento rischiano di andare incontro ad una sanzione economica particolarmente salata. Ogni datore di lavoro irregolare, che non versa le trattenute sulla pensione dovrà pagare una sanzione pari a quattro volte la somma che il datore di lavoro avrebbe dovuto versare all’ente previdenziale.

Indice contenuti