Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Piccolo prestito Banca Intesa

Piccoli prestiti: a cosa servono

La domanda di credito non si esaurisce certo con la richiesta di finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione o più in generale con i mutui. Le esigenze di accesso al credito coinvolgono spesso piccole spese, come l’acquisto di un bene di consumo o il pagamento di tributi. In genere, le soluzioni più ricercate si distinguono per l’importo, piuttosto basso, o per un periodo di ammortamento quanto più possibile contenuto. La grande maggioranza degli istituti di credito ha intercettato questa esigenza e ha introdotto specifici prodotti finanziari. Tra questi troviamo Banca Intesa. Scopriamo insieme in che cosa consiste l’offerta piccolo prestito Banca Intesa.

Banca Intesa: le offerte

  • Prestito Multiplo. E’ diretto a tutti gli individui tra i 18 e gli 80 anni (alla scadenza) che debbano affrontare spese diverse dall’acquisto di un’abitazione o di un bene per le attività produttive. Il periodo di ammortamento va da due a 20 anni, l’importo va da 2.000 a 75.000 euro. Il tasso è fisso per gli importi fino a 50.000, può essere variabile in caso di cifre superiori. E’ prevista la possibilità di posticipare un numero massimo di rate, a partire da un anno dal pagamento della prima.
  • Prestito Superflash. E’ diretto ai giovani tra i 18 e i 35 anni, anche senza un lavoro fisso, a patto che abbiano lavorato negli ultimi 18 mesi. L’importo può andare dai 2.000 ai 30.000 euro, il tasso è sempre fisso e anche in questo caso è presente la possibilità di posticipare la rate.
  • Per Te Prestito in Tasca. Questo piccolo prestito Banca Intesa è molto particolare, perché esula dai meccanismi classici di finanziamento. Al contribuente non viene versata la cifra in una unica soluzione, ma in modo graduale, secondo le sue esigenze. In buona sostanza, ogni qual volta che il finanziato ha bisogno di denaro, scatta l’erogazione. In caso di denaro non utilizzato non è prevista alcuna penale e il pagamento delle rate a esso relative. Per ogni singolo prestito è possibile decidere sia l’importo che la durata del rimborso.
  • Prestito Pensionati INPS. Questa forma di piccolo prestito Banca Intesa è diretto ai pensionati INPS che non abbiano compiuto 84 anni al momento della richiesta e 86 a quello della scadenza. Un altro requisito riguarda il reddito: non deve essere gravato dalla presenza di una cessione del quinto. L’importo varia da 3.600 a 75.000 euro. La durata del rimborsa non è mai inferiore ai 2 anni e mai superiore ai 10. Il tasso è fisso, ma dipende molto dall’età del richiedente e dal periodi di ammortamento. Esiste la possibilità di rimborsare anticipatamente, in questo caso si paga una maggiorazione dell’1%, se il periodo residuo supera un anno, dello 0,5% se inferiore o pari a un anno.

Indice contenuti