Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Piccolo prestito Findomestic: procedura richiesta e tassi

Piccolo prestito Findomestic 2015: cos’è

Grazie ai prestiti personali i beneficiari fruiscono di una linea di credito non finalizzata, ciò significa che la liquidità può essere spesa senza un vincolo specifico, per qualunque acquisto. Si tratta di un finanziamento che fa parte delle formule del cosiddetto credito al consumo. Un settore del mercato prestiti popolato da molte offerte, tra le quali figura il piccolo prestito Findomestic. Quali sono le sue caratteristiche? Come ottenerlo e soprattutto a quali condizioni è concesso? Scopriamolo insieme.

Piccolo prestito Findomestic: come richiederlo

Gli importi variano da un minimo di 180 a un massimo di 60mila euro, mentre il piano di rimborso varia da 6 a 120 mesi. Il piccolo prestito Findomestic si sostanza in un prestito personale online, che può essere sottoscritto mediante firma digitale.

L’utente deve compilare, attraverso una procedura online, un’apposita form e qui registrare i propri dati. È necessario anche l’invio dei documenti utili alla valutazione delle capacità di rimborso del potenziale beneficiario.

L’erogazione avviene con bonifico su conto corrente, la stessa modalità usata nel rimborso. Per richiedere il finanziamento non è richiesto il cambio di banca. Oltre a possedere un conto corrente, il cliente deve avere un reddito dimostrabile, residenza italiana ed età compresa tra i 18 e i 75 anni.

Il prestito personale online Findomestic può essere speso per realizzare qualunque progetto, dall’acquisto dell’auto alle spese per le vacanze. Ma per comprenderne meglio l’effettiva convenienza abbiamo deciso di compiere una simulazione di calcolo basata sui seguenti dati:

importo richiesto: 16.000 euro

progetto: progetti vari

nessuna copertura assicurativa.

Se consideriamo una durata di 96 mesi, avremo una rata di 230,70 euro (Tan fisso 8,55%, Taeg 8,89%). Un piano di rimborso in 24 rate mensili, invece, implica una rata da 727,70 euro.

Oltre ai prestiti personali, l’offerta Findomestic si compone di carte di credito, cessione del quinto, mutui casa, conto corrente, conto deposito, mutuo casa e assicurazioni.

L’alternativa, la cessione del quinto

Un’alternativa al piccolo prestito è costituita dalla cessione del quinto, finanziamento basato sulla trattenuta diretta da stipendio o pensione della rata mensile, che non può eccedere un quinto dell’assegno mensile.

Per richiederla è sufficiente presentare all’ente erogatore il cedolino pensione o la busta paga, documento di identità e codice fiscale. Anche in questo caso Findomestic non applica spese per apertura pratica e commissioni bancarie. Assente anche l’imposta di bollo e per comunicazioni periodiche.

Se siete interessati alla cessione del quinto, vi rimandiamo al portale specializzato cessione-quinto.com.

Indice contenuti