Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Piccolo prestito Inps come richiederlo? Ecco le procedure

Piccolo prestito Inps come richiederlo? Sono tanti gli imprevisti quotidiani che possono compromettere il budget familiare. Quando i risparmi non bastano, la soluzione più semplice è richiedere un finanziamento su misura, costruito intorno alle proprie esigenze. Quale prodotto scegliere quindi? Una valida risposta è costituita dal Piccolo prestito Inps, vediamo subito come funzione e cosa offre.

Piccolo prestito Inpdap: la soluzione per gli imprevisti quotidiani

Piccolo prestito Inps come richiederlo: i requisiti da rispettare. Stiamo parlando del Piccolo prestito Gestione Pubblica che permette di ricevere liquidità a dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Nella richiesta non va specificata alcuna motivazione e l’utente non è chiamato neppure a un fornire documenti circa le spese sostenute. Gli importi sono piuttosto significativi, si va infatti da un importo minimo di una mensilità, considerata in quanto stipendio oppure pensione del beneficiario, fino a una soglia massima corrispondente a otto volte l’assegno mensile.

Tassi prestiti Inpdap: Tan 4,25%

Gli importi cambiano in relazione alla durata del finanziamento, le opzioni da questo punto di vista sono 12, 24, 36 o 48 rate mensili. Rata che è computata in relazione a un tasso nominale del 4,25%. Incidono nel rimborso inoltre spese amministrative, che corrispondono allo 0,50%, e premio fondo rischi.

Modalità richiesta del Piccolo prestito Inpdap

Passiamo quindi all’aspetto centrale, ossia Piccolo prestito Inps come richiederlo? Le procedure di richiesta cambiano in rapporto alle condizioni del soggetto coinvolto, ovvero se questo è un dipendente o un pensionato pubblico.

Nel primo caso, nell’ipotesi di un lavoratore pubblico, l’invio deve realizzarsi, sfruttando il modulo scaricabile dal portale Inps, con la collaborazione dell’amministrazione di riferimento. È questa a inoltrare all’Inps, in forma telematizzata, la domanda.

Se invece il richiedente è un pensionato, potrà inviare direttamente in modalità telematizzata la domanda all’ente previdenziale. Il pensionato può scegliere se usare i servizi del sito inps.it (vanno impiegati i servizi della Gestione Dipendenti Pubblici), il Contact center (il numero verde gratuito è 803 164, mentre le chiamate da rete mobile il numero è 06 164 164, a pagamento), o il patronato.

Cessione del quinto Inpdap 2024: le altre formule d’accesso al credito

Il Piccolo prestito è solo una delle modalità d’accesso al credito messe a disposizione dall’Inps a dipendenti e pensionati pubblici della Gestione unitaria. Un altro prodotto concorrenziale è rappresentato dai Prestiti pluriennali diretti. In questo caso abbiamo a che fare con finanziamenti su cessione del quinto che possono essere richiesti solo per esigenze coerenti con le finalità riportate dal Regolamento Inps.

Indice contenuti