Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Piccolo prestito senza busta paga: guida alle offerte

Richiedere un piccolo prestito senza busta paga oggi è molto facile, dal momento che le realtà creditizie si sono adeguate alle nuove condizioni sociali e alle esigenze di chi ha la necessità di accedere al credito anche se si trova momentaneamente senza lavoro.

Piccolo prestito veloce senza busta paga: cosa propone il gruppo Poste Italiane?

Come appena ricordato, sono molte le realtà che consentono di accedere a un piccolo prestito senza busta paga. Tra queste è possibile ricordare il gruppo Poste Italiane con il prestito BancoPosta online, una prestazione economica che consente di richiedere una cifra compresa tra i 1.500 e i 30.000€.

L’utente interessato a questo prestito può scegliere un piano di ammortamento compreso tra i 12 e gli 84 mesi e richiedere la cifra direttamente online, questo grazie alla comodità della firma digitale.

Piccolo prestito senza busta paga: come richiedere il prestito BancoPosta

Il prestito BancoPosta online si può configurare come piccolo prestito senza busta paga, dal momento che per richiederlo è sufficiente presentare un documento di reddito come l’ultimo CUD o il modello UNICO in caso di esercizio di un’attività in libera professione.

Per completare la procedura è possibile fare riferimento al sito ufficiale Poste Italiane, ma anche recarsi presso qualsiasi ufficio postale sul territorio italiano muniti di documento d’identità, documento di reddito, tesserino del codice fiscale.

Piccolo prestito Findomestic: ecco cosa sapere

Anche Findomestic consente agli utenti di accedere a una formula di piccolo prestito senza busta paga, con la possibilità di presentare altri documenti di reddito in caso di mancanza temporanea di un impiego o di esercizio di un’attività in libera professione.

Come funziona? Per capirlo facciamo un esempio specifico, ipotizzando la richiesta di 2.000€ e la scelta di un piano di ammortamento di 42 mesi.

In questo caso a carico del beneficiario principale del prestito ci sarebbe una rata mensile di 56,20€, con TAN e TAEG pari rispettivamente al 9,54 e al 9,97%.

Credit Express Mini: la soluzione di Unicredit per il piccolo prestito

Anche Unicredit mette a disposizione della clientela una formula di piccolo prestito senza busta paga. Stiamo parlando di Credit Express Mini, un prodotto finanziario che consente di richiedere dai 1.000 ai 3.000€ e di rimborsare la cifra ricevuta con un piano di ammortamento che può essere compreso tra i 12 e i 48 mesi.

Tra i vantaggi di questo prestito è possibile ricordare la presenza di una rata fissa per tutto il ciclo di vita del finanziamento e la possibilità di sceglierla arrotondata, quindi di pagare cifre mensili come 100, 120, 200, 350€.

Per richiedere l’accesso a questa tipologia di prestito è possibile recarsi presso qualsiasi filiale Unicredit muniti di documento d’identità in corso di validità, tesserino del codice fiscale e documento di reddito.

In alternativa è possibile chiedere, direttamente dal sito ufficiale dell’istituto di credito, il contatto da parte di un consulente specializzato a cui chiedere informazioni sulla fattibilità del prestito.

 

Indice contenuti