Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Le proposte per ricevere credito a tassi agevolati, i Prestiti pluriennali ex Inpdap

Perché richiedere un finanziamento? Sono tante le risposte, dall’affrontare spese impreviste alla gestione di acquisti impegnativi. Spesso il problema è individuare il prodotto ideale. I lavoratori del settore pubblico possono fruire di un’opportunità vantaggiosa rispetto all’andamento del mercato. Si tratta dei prestiti pluriennali ex Inpdap, vediamo come funzionano.

I vantaggi di scegliere i Prestiti Inps Inpdap

Sebbene l’Inpdap non sia più attivo, i finanziamenti agevolati rivolti a dipendenti e pensionati ex Inpdap, tra cui i prestiti pluriennali ex Inpdap, sono ancora disponibili.

La loro gestione è curata dall’Inps, ente previdenziale che ha assorbito le funzioni Inpdap. Specifichiamo comunque che l’Inps non solo eroga direttamente finanziamenti ma permette di ricevere linee di credito con banche e finanziarie convenzionate con l’Istituto di previdenza.

Come si articolano i prestiti pluriennali ex Inpdap? Vi sono due prodotti: i pluriennali diretti e quelli garantiti. Due linee di credito caratterizzate da un processo di rimborso su cessione del quinto, con durate pari a cinque o dieci anni (60 o 120 rate mensili).

Le finalità

I Prestiti pluriennali diretti Gestione Pubblica sono forniti dall’Inps che ha stabilito le finalità per cui possono essere richiesti (indicate dal regolamento Inps). Sono tante le esigenze che vengono soddisfatte, tra cui la costruzione della prima casa e la sua ristrutturazione.

In generale si tratta di finalità collegate alle proprie esigenza familiari. Nel quadro delle richieste ammesse rileviamo quelle pertinenti:

  • Rapina, furto, incendio;
  • Trasloco;
  • Manutenzione ordinaria o straordinaria, acquisto o costruzione della propria abitazione principale;
  • Riscatto di alloggi popolari e di enti pubblici già in affitto;
  • Cure odontoiatriche.

I requisiti per ricevere credito

Quali sono i requisiti previsti per i pluriennali diretti? Si tratta di un finanziamento progetto per dipendenti e pensionati pubblici afferenti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Il soggetto interessato deve aver maturato quattro anni di anzianità di servizio e quattro di contributi forniti alla Gestione unitaria.

Il dipendente assunto a tempo determinato, con un contratto pari ad almeno tre anni, deve fornire il trattamento di fine rapporto come garanzia di rimborso. Nel corso del rimborso deve essere attivo il contratto lavorativo.

Tasso 2017 e come inviare le richieste

In merito al tasso di interesse di questi prestiti pluriennali ex Inpdap rileviamo un Tan corrispondente al 3,50%. Il beneficiario del finanziamento deve valutare oneri amministrativi (0,50%) e premio fondo rischi.

Per l’invio della domanda vanno impiegati i servizi del portale inps.it, in modo particolare andrà selezionata la funzione “Domande web Prestiti Pluriennali”.

I dipendenti per inoltrare la richiesta devono impiegare l’amministrazione di appartenenza. I pensionati invece sono chiamati a impiegare in modo diretto il sito inps.it. Portale nel quale è presente la sezione “Area riservata”.

Il pensionato deve disporre del PIN, un codice di identificazione fornito dall’ente previdenziale.

Come si compone invece l’offerta dei garantiti?

Prestiti pluriennali garantiti Gestione Pubblica vengono forniti da banche e finanziarie. L’Inps ricopre un ruolo diverso, va a garantire il finanziamento a fronte di tre rischi:

  • morte dell’iscritto prima che sia concluso il finanziamento;
  • cessazione dal servizio senza poter accedere alla pensione;
  • decurtazione dello stipendio.

La domanda può essere inviata dagli iscritti alla Gestione unitaria. Il richiedente deve essere in attività e con almeno quattro anni di servizio.

Piccoli prestiti

Un ultimo aspetto che devono considerare dipendenti e pensionati pubblici interessati a linee di credito agevolate è la presenza di altri prodotti ex Inpdap oltre ai prestiti pluriennali ex Inpdap.

Chi ha bisogno di liquidità per gestire piccole spese impreviste legate alla quotidianità, può optare per il Piccolo prestito Gestione Pubblica.

I beneficiari sono gli stessi dei Pluriennali diretti ma la domanda non deve essere motivata e il rimborso varia dai 12 ai 48 mesi.

Valido il tasso di interesse, rileviamo infatti un tasso nominale annuo del 4,25%. Sono inoltre applicati i costi già presentati con il Pluriennale diretto.