come accedere ai prestiti inpdap
Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Scopri come funzionano e come accedere ai prestiti Inpdap

Cosa sono e come accedere ai prestiti Inpdap? Con la soppressione dell’Inpdap tutte le prestazioni relative ai dipendenti e pensionati del settore pubblico sono diventate di competenza dell’Inps. I servizi ex Inpdap sono gestiti da un apposito ufficio: la Gestione Dipenditi Pubblici, anche detto Gestione ex Inpdap.

Tale ufficio si occupa oltre che delle prestazioni previdenziali rivolte ai dipendenti pubblici di erogare i finanziamenti Inpdap, particolari linee di credito concesse agli iscritti a condizioni agevolate.

Come ottenere i finanziamenti agevolati

I finanziamenti Inpdap possono essere erogati direttamente dall’Istituto (diretti) oppure da banche e società finanziarie in convenzione (garantiti). I finanziamenti diretti sono elargiti dall’Istituto attraverso un proprio Fondo credito, che prende il nome di “Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali”.

Tale fondo è alimentato dalla contribuzione obbligatoria dei lavoratori in attività di servizio iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici e da quella volontaria dei pensionati della Gestione Dipendenti Pubblici. Incrementano la Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali anche le contribuzioni volontarie di lavoratori e pensionati pubblici iscritti, ai fini previdenziali, ad altri enti o istituti che aderiscono al fondo.

Chi ha diritto ai prestiti Inpdap 2024

L’iscrizione al fondo permette ai lavoratori dipendenti iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici di accedere a tutte le prestazioni creditizie, sia dirette che in convenzione. I pensionati della Gestione ex Inpdap iscritti al fondo invece possono accedere esclusivamente alle linee di credito erogate direttamente dall’istituto. Ma come si dividono i finanziamenti Inpdap? Quali i requisiti? Come accedere ai prestiti Inpdap?

I piccoli prestiti

La Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps eroga in favore degli iscritti tre tipologie di finanziamento: i piccoli prestiti, i prestiti pluriennali e i mutui ipotecari. I primi sono prestiti personali, per i quali non è necessario presentare alcuna giustificazione né preventivo di spesa, che possono avere un piano di rimborso pari a uno, due, tre o quattro anni.

L’importo erogabile è definito in base alla durata del piano di ammortamento e alla retribuzione mensile percepita dal richiedete. Per ottenere i piccoli prestiti Inpdap è richiesta esclusivamente l’iscrizione al Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

A differenza di quanto accade per altri finanziamenti erogati dal fondo infatti, possono accedervi anche i dipendenti della pubblica amministrazione assunti con contratto di lavoro a tempo non determinato. In tal caso tuttavia il prestito non potrà avere una durata superiore al contratto di lavoro. I piccoli prestiti Inpdap possono essere esclusivamente di tipo diretto, ossia erogati da fondo di credito della Gestione Dipendenti pubblici.

Mutui e finanziamenti pluriennali

I prestiti pluriennali diretti sono concessi solo a fronte di una reale esigenza personale, o familiare, che rientri tra le casistiche previste dal Regolamento Prestiti Inpdap. Lo stesso regolamento definisce la durata del prestito (che può essere quinquennale o decennale) e l’importo massimo finanziabile.

In ogni caso alla domanda di finanziamento va allegato un certificato medico di sana costituzione fisica, la documentazione attestante l’effettivo stato di bisogno del richiedente e un eventuale preventivo di spesa.

A differenza dei pluriennali diretti, i prestiti pluriennali garantiti sono accessibili solo agli iscritti alla Gestione unitaria per le prestazioni creditizie e sociali in attività di servizio. Per ottenere la prestazione il richiedente deve però vantare almeno quattro anni di servizio effettivo nel rapporto di impiego utili ai fini pensionistici.

Come funzionano i mutui agevolati Inps

Troviamo infine i mutui ipotecari Inpdap, che vengono concessi per l’acquisito di un immobile non di lusso da adibire a prima casa. Riservati agli iscritti in attività di servizio assunti con contratto a tempo indeterminato e ai pensionati iscritti al Fondi credito Inpdap da almeno un anno, i mutui Inpdap possono avere una durata di 10, 15, 20, 25 o 30 anni e l’importo massimo finanziabile è di 300 mila euro.

Condizione necessaria per ottenere l’accesso al credito è che il richiedente e i componenti del nucleo familiare non risultino proprietari di un’altra abitazione sita nel il territorio nazionale, salvo le particolari eccezioni previste dal Regolamento.

Presentazione della richiesta

Come accedere ai prestiti Inpdap e ai mutui Inps ex Inpdap? Quale la procedura da seguire? In entrambi i casi la domanda di finanziamento deve essere trasmessa per via telematizzata, fatta eccezione per i prestiti garantiti.

I moduli di domanda sono disponibili sul sito ufficiale dell’Inps, in formato Pdf. Per scaricarli è sufficiente collegarsi con il portale Inps e seguire il percorso: “Home – Prestazioni e Servizi – Tutti i moduli – Gestione Dipendenti Pubblici – Iscritto/Pensionato – Prestazioni creditizie e sociali”.

Simulazione online

Ora che abbiamo visto come accedere ai prestiti Inpdap passiamo alla questione delle simulazioni. Sul sito ufficiale dell’Inps sono infatti presenti dei servizi che consentono di effettuare una simulazione online sia dei prestiti che dei mutui Inps.

Il servizio di riferimento per i prestiti Inps è accessibile seguendo il percorso: “Home – Prestazioni e Servizi – Gestione dipendenti pubblici: simulazione calcolo piccoli prestiti e prestiti pluriennali”.

Una volta raggiunta l’applicazione l’utente può scegliere tra tre modalità di calcolo: simulazione prestito; simulazione per rata ideale e simulazione per importo specifico. Dopo aver selezionato la modalità di calcolo desiderata è sufficiente inserire nell’apposito form di calcolo la data di nascita del richiedente e lo stipendio percepito.

Quanti invece desiderano simulare un mutuo ipotecario devono seguire il percorso: “Home – Servizi – Gestione dipendenti pubblici: gestione mutuo ipotecario edilizio”.

Una volta inserita la somma che si desidera ottenere e il piano di ammortamento prescelto, il sistema simulerà il rimborso del mutuo indicando l’importo della rata, le spese applicate e le altre caratteristiche principali del finanziamento.

Il Contact Center

Per maggiori informazioni in merito a come accedere ai prestiti Inpdap e alle altre prestazioni concesse dall’Inps vi invitiamo a richiedere l’assistenza del Contact Center Inps. Il servizio è attivo dal lunedì a venerdì dalle 8,00 alle 20,00 e il sabato dalle 8,00 alle 14,00.

Indice contenuti