Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Inpdap prestiti mutui: Procedure e Requisiti

Inpdap prestiti mutui: com’è composta l’offerta?

L’Inpdap fornisce delle linee di credito progettate per quanti sono alla ricerca di un mutuo destinato alla prima casa. Si tratta del mutuo ipotecario Inps, ente in cui è confluito l’Inpdap dal gennaio 2012, che implica piani di rimborso variabili, da un minimo di 10 a un massimo di 30 anni, per una cifra massima di 300mila euro.

I beneficiari di Inpdap prestiti mutui risultano gli iscritti in attività di servizio che possono contare su un contratto di lavoro a tempo indeterminato, ma sono inclusi anche i pensionati iscritti alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali.

Per realizzare l’invio della richiesta è necessario disporre dei moduli di domanda e della documentazione da allegare. I periodi disponibili per l’invio vanno dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno. Ricordiamo che l’unica modalità di inoltro della domanda deve prodursi in forma esclusivamente telematica.

Passiamo quindi il requisiti essenziale per accedere ai mutui Inpdap: ls’iscritto e i componenti del nucleo familiare non possono essere proprietari di altra abitazione in Italia, fatta eccezione di specifiche situazioni contemplate dal Regolamento Inps.

Prestiti Inpdap mutuo ipotecario: tassi interesse

I clienti hanno a disposizione due tipi di tassi di interesse. Nel caso di un tasso fisso, abbiamo il 3,75%, mentre con il tasso variabile i valori sono questi: 3,50% per il primo anno e, a partire dalla terza rata, tasso variabile pari all’Euribor a 6 mesi, calcolato su 360 giorni, maggiorato di 90 punti base, rilevato il 30 giugno o il 31 dicembre del semestre precedente.

Le rate che compongono il piano di ammortamento prevedono il pagamento mediante MAV (bancari o postali) precompilati, trasmessi al mutuatario da parte dell’Inps. Qualora si realizzi una mancata ricezione, i cliente che dispongono di PIN online possono visualizzare e stampare sia il MAV postale che il MAV bancario. Per farlo è necessario accedere all’Area Riservata del portale Inps.it (se avete bisogno di una guida per i servizi online Inps, vi invitiamo a visitare la nostra guida).

La richieste del mutuo ipotecario Inpdap vengono accolte integralmente, a condizione che siano rispettate tutte le condizioni previste dal regolamento, sempre a condizione che il budget stanziato per ogni quadrimestre alla Direzione Regionale di riferimento sia sufficiente per le domande.

Se le risorse non saranno sufficienti, ogni Ufficio Provinciale e Territoriale costituirà una graduatoria, sulla scorta dei criteri disposti dall’articolo 13 del Regolamento Inps.

Per maggiori informazioni sui prestiti Inpdap, vi consigliamo la nostra sezione dedicata.

Indice contenuti