Perché scegliere i mutui green e quali le agevolazioni riservate

Cos’è il mutuo green e come trovare l’offerta migliore

La biodelizia è un settore che presenta diversi vantaggi, sia per quanto riguarda l’impatto ambientale, che in termini di risparmio economico. A questo si aggiunge la possibilità di beneficiare di detrazioni fiscali ad hoc. Fattori che vanno a pro di coloro che desiderano abitare in un’abitazione realizzata con materiali ecocompatibili e sicuri e hanno necessità di ricorrere ai mutui green.

A dispetto di quanto credono in molti, oggi è possibile ottenere finanziamenti anche per l’acquisto di abitazioni prefabbricate in legno. La condizione per la concessione del denaro è che la casa in questione rispetti tutti gli standard in merito di longevità e sicurezza. L’abitazione deve infatti prevede una durata di minimo 50 anni, resistere al fuoco (entro i limiti stabiliti) e vantare un solido ancoraggio al terreno.

Le abitazioni green, anche dette case ecologiche, beneficiano di incentivi statali e permettono di ottenere mutui su misura. Sono i cosiddetti mutui green, proposti ormai da diverse banche e società finanziarie. Ma come trovare il mutuo migliore?

Come per i tradizionali mutui, si possono reperire le migliori offerte di mutui casa green direttamente online. Sulla Rete sono infatti disponibili diversi siti per la comparazione dei mutui, che consentono di confrontare in pochi minuti le offerte di diverse banche e società finanziarie.

Agevolazioni fiscali 2018 per mutui casa green

Sebbene i mutui green siano un prodotto ancora piuttosto di nicchia, questo non vale per le agevolazioni fiscali a loro rivolte. Diffusi gli aiuti fiscali rivolti a chi ristruttura un’abitazione o la costruisce scegliendo di adottare delle soluzioni verdi, oppure installando impianti a energia rinnovabile.

Fino al 31 dicembre 2018 quanti sottoscrivono un mutuo per una casa ecologica possono beneficiare dell’Ecobonus. Misura che prevede detrazioni Irpef fino al 65% per l’acquisto di impianti di riscaldamento classe A e a condensazione. Per le ristrutturazioni di base invece abbiamo una detrazione del 50%, riconosciuta per somme fino a un massimo di 96 mila euro.