Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui prima casa al 100: requisiti e agevolazioni

Mutui prima casa al 100 per cento: un’utopia?

Mutui prima casa al 100: cosa sono e come funzionano. Tra i parametri che gli aspiranti mutuatari devono prendere in considerazione spicca l’LTV, ossia il rapporto tra l’importo del finanziamento e il prezzo di acquisto della casa.

L’ideale sarebbe usufruire di un LTV al 100, soprattutto per quanto riguarda l’abitazione di residenza. Tuttavia, i mutui prima casa al 100, così come i mutui per altre tipologie di abitazione, sono piuttosto rari. In verità, l’LTV in genere non va mai oltre l’80. Per aggiungere il 20% è necessario che si verifichino condizioni particolari. Si tratta, quindi, dell’eccezione e non della regola.

Il motivo di ciò risiede nella tradizionale prudenza che le banche, in ogni situazione quando si tratta di finanziare imprese e privati, manifestano. Affinché gli istituti superino questo scoglio, che prima di essere concreto è innanzitutto psicologico, è necessario che il cliente fornisca, direttamente o indirettamente, ulteriori garanzie.

Uno dei modi per farlo è mettere in piedi una fidejussione che possa coprire la differenza tra il mutuo e il valore della casa, quindi quel 20% che manca all’LTV per raggiungere il fatidico valore di 100. Tra le garanzie che il cliente può portare per convincere le banche a concedere un finanziamento “completo”, spicca il pegno dei titoli di Stato, che ovviamente deve coprire l’intera cifra mancante.

Queste soluzioni, per quanto efficaci, non sono indolori, anzi. Nonostante la presenza di garanzie più o meno solide (fidejussione, titoli di Stato), le banche rimangono guardinghe e attivano il meccanismo di sicurezza che più compete loro: l’aumento dello spread. Si tratta, secondo il loro punto di vista, pur sempre di un investimento poco sicuro, quindi è necessario aumentare il cosiddetto premio al rischio.

Requisiti per avere un mutuo al 100

C’è tuttavia un modo per ottenere i mutui prima casa al 100 senza per questo compromettersi con garanzie impegnative o subire una drammatica crescita dello spread. Il metodo in questione consiste nell’accedere al Fondo di Garanzia Mutui Prima Casa.

È un fondo istituito dallo Stato al fine di sostenere le categorie più svantaggiate nella richiesta e nell’ottenimento del mutuo. Possono accedervi giovani coppie, giovani fino ai 35 anni, famiglie monogenitoriali con figli a carico. L’accesso comporta vari benefici, dal momento che a fare da garante è il soggetto più affidabile che ci possa essere: lo Stato.

Tra i vantaggi, spicca proprio la fruizione dell’LTV al 100%. C’è tuttavia un limite: l’importo erogato non può superare, in termini assoluti, i 250.000 euro. Ma è innegabile: si tratta di una soluzione di gran lunga più vantaggiosa rispetto all’offerta di garanzie aggiuntive e potenzialmente compromettenti.

Indice contenuti