Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutuo a tasso agevolato 2019 per acquisto casa e studio figli

Come ottenere un mutuo prima casa a tasso agevolato

Da mesi i tassi di interesse applicati ai mutui ipotecari sono ai minimi storici, merito soprattutto del Quantitative Easing della BCE. Ciononostante i futuri mutuatari sono sempre alla ricerca dell’offerta più conveniente. E nel mercato attuale, tra le proposte più appetibili c’è il mutuo a tasso agevolato Inps ex Inpdap.

È un finanziamento a garanzia ipotecaria erogato dall’ente previdenziale, senza l’intervento di banche e società finanziarie, in favore di dipendenti e pensionati pubblici. La somma erogata varia in base alla finalità dal mutuo. Il Regolamento Mutui Inpdap prevede quattro finalità.

  • Acquisto, costruzione, assegnazione da società cooperative in proprietà divisa, completamento o ampliamento su terreno di proprietà dell’unità abitativa destinata a diventare residenza del nucleo familiare del richiedente. La somma massima finanziabile è di 300 mila euro.
  • Esecuzione di interventi di adattamento, ampliamento, manutenzione, trasformazione o ristrutturazione della casa di proprietà del richiedente destinata a diventare residenza del nucleo familiare. La somma massima finanziabile è di 150 mila euro, ma non è possibile eccedere il 40% del valore attribuito all’immobile in sede di perizia.
  • Acquisto o costruzione di un box o posto auto da utilizzare come pertinenza della casa di proprietà del richiedente, da cui deve distare non oltre 500 metri. La somma massima concessa è di 75 mila euro.
  • Iscrizione e frequenza a corsi universitari, post-laurea e master, nonché a conservatori di musica, accademie di belle arti e istituti di formazione professionale che rilasciano titoli legalmente riconosciuti in Italia. I corsi possono tenersi sia in Italia che all’estero e il finanziamento viene concesso per la formazione del richiedente, del figlio o di un altro componente del nucleo familiare. Non è possibile ottenere oltre 100 mila euro.

Tasso e durata dei mutui agevolati Inps ex Inpdap

Il beneficiario del mutuo può scegliere tra tasso fisso e variabile. Nel primo caso abbiamo un Tan definito con il metodo del loan to value (LTV). I mutui con tasso variabile applicano invece un tasso di interesse pari al valore dell’Euribor 3 mesi maggiorato di 200 punti base.

Il piano di ammortamento può durare 10, 15, 20, 25 o 30 anni. Fanno eccezione le richieste di mutuo a tasso agevolato per studio e le domande presentate da chi ha oltre 65 anni, per le quali la durata massima è di 15 anni. Le rate hanno cadenza trimestrale.