Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutuo casa Inpdap 2016: tassi agevolati prima casa

L’acquisto della casa è un investimento tanto importante quanto oneroso, motivo per cui è necessario ponderare con attenzione la scelta del piano ipotecario migliore per le proprie esigenze. In queste situazioni è quindi utile approfondire le caratteristiche del mutuo casa Inpdap 2016.

Mutuo casa Inpdap: le caratteristiche principali

Il mutuo casa Inpdap 2016 è una prestazione economica riservata agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali sia lavoratori sia pensionati. Nel primo caso è necessario rispondere a un altro requisito, ossia la titolarità di un contratto a tempo indeterminato. I pensionati devono invece risultare iscritti alla Gestione da non meno di un anno.

Mutuo Inps gestione ex Inpdap: tutte le finalità

Un aspetto essenziale relativo a mutuo casa Inpdap 2016 riguarda le finalità di accesso al credito. Quali sono? L’acquisto della prima casa d’abitazione, la ristrutturazione ordinaria o straordinaria di un immobile già esistente, la costruzione di un box o di un posto auto da considerare come pertinenza dell’abitazione principale.

A seconda della finalità è possibile considerare un determinato limite di finanziamento. Nel caso dell’acquisto dell’abitazione si possono richiedere fino a 300.000€, per la ristrutturazione è invece possibile richiedere fino a 150.000€ (mai oltre il 40% del valore dell’immobile).

La costruzione di un box o di un posto auto consente invece di richiedere un mutuo mai superiore ai 75.000€.

Mutuo Inpdap 2016: quali sono i tassi?

Parlare di mutuo casa Inpdap 2016 vuol dire prendere in considerazione la questione dei tassi d’interesse. A quanto corrispondono? Ecco le regole da seguire:

  • Tasso fisso pari al 2,95% (il valore è stato modificato il 1° luglio 2015 e prima di tale data era pari al 3,75%).
  • Tasso variabile da ricavare sulla base dell’Euribor 6 mesi, maggiorato di 200 punti e calcolato su un lasso di tempo di 360 giorni.

Mutuo casa Inpdap 2016: ecco come richiederlo

Come si richiede l’accesso al mutuo casa Inpdap 2016? La richiesta di accesso al mutuo ipotecario Inps ex Inpdap per la casa o per le altre finalità deve essere inoltrata esclusivamente per via telematizzata dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno.

Prima di inoltrare la richiesta è fondamentale controllare di aver allegato tutti i documenti necessari – tra i quali è presente la dichiarazione sostitutiva di atto notorio da compilare in ogni sua parte – pena l’esclusione anche se si è in possesso di tutti i requisiti.

Le richieste corredate di documentazione completa vengono analizzate e accettate tutte, tenendo conto della disponibilità finanziaria della Direzione Regionale competente. Se i fondi non risultano sufficienti a coprire tutte le richieste si procede alla redazione di una graduatoria, considerando come criteri principali il reddito del richiedente e la composizione del nucleo familiare.

Indice contenuti