Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti casa Poste Italiane per acquisto e ristrutturazione

Quando si progetta di comprare o ristrutturare la casa è necessario mettere in conto delle spese importanti, motivo per cui è spesso necessario chiedere un prestito. Alla luce di questo aspetto è utile approfondire le caratteristiche dei prestiti casa Poste Italiane.

Mutuo BancoPosta Acquisto: ecco cosa sapere

Quando si parla di prestiti casa Poste Italiane si inquadrano diversi prodotti, tra i quali è possibile includere anche Mutuo BancoPosta Acquisto. Come funziona? Con la possibilità di accedere al credito per l’acquisto della prima e della seconda casa. Il piano in questione consente di richiedere fino all’80% del valore dell’immobile e di usufruire di uno spread dell’1,85% sui mutui a tasso fisso, variabile o misto (per il tasso variabile BCE si parla invece di uno spread del 3%).

Altre informazioni su BancoPosta Acquisto

Continuiamo a parlare di prestiti casa Poste Italiane specificando che il Mutuo BancoPosta Acquisto può durare dai 10 ai 30 anni e che è caratterizzato dalla presenza di spese di perizia e oneri d’istruttoria pari a 300€ per ciascuna voce.

La polizza incendio e scoppio è gratuita e non è prevista alcuna commissione in caso di estinzione anticipata.

Prestiti casa Poste Italiane: cosa fare in caso di ristrutturazione

Come già ricordato, anche se si deve ristrutturare casa è utile richiedere un prestito. Nel portafoglio prodotti dei prestiti casa Poste Italiane è presente anche un’opzione in merito. Il Mutuo BancoPosta ristrutturazione permette infatti di richiedere una cifra pari al 100% delle spese che si ha intenzione di effettuare, a patto che non superino il 40% del valore dell’immobile.

Questo mutuo consente di avvalersi di uno spread dell’1,85% sui piani a tasso variabile, fisso e misto e di usufruire di spese di perizia e d’istruttoria pari a 300€ per ciascuna voce.

Tra i vantaggi legati alla sottoscrizione di questo mutuo è possibile ricordare la possibilità di ricevere una carta di credito BancoPosta classica con canone annuo azzerato per tutta la durata del mutuo e con un fido mensile di 1.600€.

Mutuo BancoPosta Surroga: ecco come funziona

L’ultima alternativa da prendere in esame per quanto concerne i prestiti casa Poste Italiane è il Mutuo BancoPosta Surroga. Come funziona? Con la possibilità di trasferire il mutuo acceso presso un altro istituto di credito, tutto questo senza dover versare spese di perizia od oneri d’istruttoria.

L’importo richiedibile deve essere pari al debito residuo e, in ogni caso, mai inferiore a 50.000€ e mai superiore all’80% del valore dell’immobile. Per poter usufruire della surroga di Poste Italiane – caratterizzata da uno spread del 2,20% per i piani a tasso fisso, variabile e misto – è necessario che il mutuo originario abbia un’anzianità non inferiore a 12 mesi.

La polizza incendio è gratuita e non è prevista alcuna commissione per l’estinzione anticipata.

Indice contenuti