Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti dipendenti Poste Italiane: tutte le soluzioni

L’Inps ex Inpdap eroga prestiti e finanziamenti a diverse categorie di lavoratori. Nel novero delle prestazioni economiche in questione è possibile ricordare i prestiti dipendenti Poste Italiane.

Prestiti Fondo Poste Italiane: ecco cosa sapere

Quando si parla di prestiti dipendenti Poste Italiane si inquadra prima di tutto il piccolo prestito Gestione Fondi Poste, una prestazione economica che può essere rimborsata attraverso la cessione del quinto dello stipendio mensile.

Il piccolo prestito Gestione Fondi Poste è riservato ai dipendenti del gruppo Poste Italiane e delle società collegate. Si tratta di un prestito non finalizzato, il che significa che non è necessario presentare alcun giustificativo di spesa.

Prestiti dipendenti Poste Italiane: altre informazioni sul piccolo prestito Gestione Fondi Poste

Continuiamo a parlare di prestiti dipendenti Poste Italiane dettagliando le caratteristiche tecniche del piccolo prestito Gestione Fondi Poste. Dopo aver specificato i requisiti lavorativi per richiederlo e le modalità di rimborso ricordiamo che è possibile scegliere piani di ammortamento della durata compresa tra i 12 e i 48 mesi.

Il TAEG applicato – che comprende le voci di spesa accessorie – è fisso per tutta la durata del piano di ammortamento e pari al 5%.

Il piccolo prestito Gestione Fondi Poste prevede l’accredito della cifra richiesta sul conto corrente bancario.

Prestiti ai dipendenti di Poste Italiane: le modalità di rinnovo

Approfondire la questione dei prestiti dipendenti Poste Italiane significa ricordare che il piccolo prestito Gestione Fondi Poste prevede la possibilità di richiedere il rinnovo. Dopo quanto tempo? La risposta a questa domanda varia sulla base della durata del piano di ammortamento. Ecco le regole da seguire in merito:

  • Prestito con durata annuale: possibilità di richiedere il rinnovo inseguito a 5 mesi dall’inizio del piano di ammortamento
  • Prestito con durata biennale: opportunità di richiesta di rinnovo inseguito a 10 mesi dall’inizio del piano di ammortamento
  • Prestito con durata triennale: possibilità di richiedere il rinnovo inseguito a 15 mesi dall’inizio del piano di ammortamento
  • Prestito con durata quadriennale: opportunità di richiesta di rinnovo dopo 20 mesi dall’inizio del piano di ammortamento

Prestiti lavoratori Poste Italiane: come presentare la domanda

Cosa sapere in merito alla presentazione della domanda per l’accesso a prestiti dipendenti Poste Italiane e al piccolo prestito Gestione Fondi Poste in particolare? Che la richiesta di accesso deve essere inviata compilando l’apposito modulo presente sul sito Inps ex Inpdap, nella sezione dedicata ai prestiti per i dipendenti Poste Italiane e delle società collegate.

Fondamentale è allegare le ultime due buste paga e il certificato stipendiale rilasciato da Poste Italiane.

La domanda, completa di tutta la documentazione richiesta, può essere inviata sia per posta cartacea alla Direzione Generale di Poste Italiane sia online, accedendo alla propria area riservata sul sito ufficiale Inps tramite PIN personale.

Se nel corso del piano di ammortamento il dipendente matura il diritto alla pensione, le rate continuano a essere addebitate sul trattamento pensionistico.

Indice contenuti