Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Quali sono e come funzionano i prestiti Inps per docenti 2019? Guida

A cosa corrispondono i prestiti Inps per docenti, che tipo di impegni contrattuali deve attendersi il debitore? Dal punto di vista tecnico, i finanziamenti prendono il nome di Piccoli prestiti Gestione Assistenza Magistrale. Sono prospettati, alla luce di alcune specifiche esigenze, agli iscritti ex ENAM.

Prestiti per docenti convenienti: l’offerta Inps aggiornata al 2019

Una prima condizione interessa la cifra del finanziamento che non può superare due volte lo stipendio dell’iscritto, mentre la restituzione del credito si verifica nello spazio di 24 mesi.

Tra le questioni che hanno rilevanza ci sono i costi e il tasso. Sul piano delle spese dobbiamo annoverare una trattenuta dell’1%, elaborata rispetto alla somma lorda, attinente ai costi amministrativi e al fondo di garanzia. Il tasso annuale corrisponde invece all’1,50%, una percentuale molto competitiva rispetto alle tendenze dell’attuale mercato dei finanziamenti.

Tassi, costi, requisiti e finalità dei prestiti Inps

Quali sono i requisiti che devono rispettare i richiedenti per ricevere i prestiti Inps per docenti 2019? Come già chiarito, l’opportunità di conseguire i Piccoli prestiti Gestione Assistenza Magistrale è destinata agli iscritti ex Enam. Questi devono contare su un contratto lavorativo a tempo indeterminato. Non solo. Devono essere a distanza di almeno due anni dal pensionamento.

Un aspetto correlato ai requisiti è la motivazione che conduce alla domanda. Solo quelle attinenti alle finalità indicate dall’Inps saranno esaminate.

Le finalità specificate sono:

  • nascita figli o adozione;
  • matrimonio;
  • decesso;
  • malattie gravi;
  • acquisto dell’abitazione;
  • manutenzione straordinaria dell’abitazione;
  • mutuo per l’acquisto della prima casa;
  • spese odontoiatriche;
  • trasferimento di residenza;
  • acquisto dell’auto;
  • partecipazione a corsi universitari;
  • occasioni straordinarie.

Se l’iscritto rispetta tutti i requisiti e intende procedere con la domanda di finanziamento (prestiti Inps per docenti 2019), dovrà usare le funzionalità del sito ufficiale dell’ente previdenziale (https://www.inps.it/). La domanda presuppone il possesso dei documenti necessari a certificare la propria posizione.

Gli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali possono invece ricevere i finanziamenti ex Inpdap.