Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Chi può avere prestiti personali pensionati fino 90 anni e come richiederli

Prestiti a pensionati oltre 85 anni

A causa della crisi economia sempre più contribuenti si trovano a dover richieder prestiti e finanziamenti per far fronte a spese improvvise. Una situazione che interessa non solo precari e disoccupati, ma anche i pensionati. Per agevolare i propri iscritti la Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps eroga prestiti personali pensionati fino 90 anni.

Si tratta di prestiti a condizioni agevolate concessi direttamente dall’ente previdenziale tramite un apposito fondo credito. Stiamo parlando della Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, fondo a cui devono obbligatoriamente essere iscritti i pensionati per ottenere i prestiti Inpdap.

I prestiti Inpdap si distinguono in due categorie: piccoli prestiti e prestiti pluriennali. I primi rientrano nella categoria dei prestiti personali e prevedono una durata che va dai 12 ai 48 mesi e un tasso del 4,25%.

I prestiti pluriennali invece sono prodotti finalizzati, ossia concessi per far fronte a specifiche necessità contemplate dall’Inps. Possono durare 5 o 10 anni, il tasso è del 3,5%.

Importi dei prestiti Inpdap fino a 90 anni

Ma quanto si ottiene con i prestiti personali pensionati fino 90 anni? La somma finanziabile varia a seconda del tipo di prestito richiesto. Nello specifico, i piccoli prestiti prevedono un importo definito in base alla durata dell’ammortamento e alla pensione del richiedente.

Per ogni anno di durata infatti è possibile ottenere un importo pari a una mensilità di pensione percepita dal richiedente. Nel caso in cui il pensionato non abbia già in corso trattenute sulla pensione è possibile aumentare l’importo finanziabile. In questo caso si parla di prestiti in doppia mensilità poiché è possibile ottenere due mensilità per ogni anno di durata del finanziamento, fino a un massimo di otto.

Con i prestiti pluriennali invece la somma finanziabile viene definita in base alla ragione per cui si richiede il finanziamento. A tal proposito si fa riferimento al Regolamento Prestiti Inps, in cui sono indicate tutte le finalità ammesse per i prestiti pluriennali con riferimento alla somma massima erogabile e alla durata del rimborso.

Come richiedere cessione del quinto pensionati Inps Inpdap

Per quanto attiene alla restituzione, sia i piccoli prestiti che quelli pluriennali prevedono un rimborso tramite rate mensili decurtate direttamente dall’assegno pensionistico mensile. In entrambi i casi vige il limite del quinto cedibile. In altre parole, la rata mensile non può eccedere la quinta parte della pensione mensile al netto delle tasse.

Quanti desiderano ottenere i prestiti personali pensionati fino 90 anni ex Inpdap possono richiederli direttamente online. I moduli da utilizzare possono essere scaricati dal sito ufficiale dell’Inps. Per la trasmissione della domanda è sufficiente seguire la procedura guidata presente sul sito inps.it.

Indice contenuti