Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti personali per stranieri: i prodotti migliori

I cittadini stranieri che hanno la necessità di accedere al credito possono avvalersi di prodotti ad hoc. Ovviamente è necessario esibire alla realtà creditizia un certificato attestante la residenza in Italia e la produzione di un reddito, documenti essenziali per richiedere prestiti personali per stranieri.

Prestito BancoPosta: una soluzione interessante per gli stranieri

Tra le offerte interessanti riguardanti i prestiti personali per stranieri è possibile ricordare il Prestito BancoPosta, l’offerta base del gruppo Poste Italiane.

Questo prodotto, riservato ai residenti in Italia che percepiscono un reddito da lavoro o da pensione, consente di richiedere una cifra compresa tra i 3.000 e i 30.000€, con la possibilità di scegliere un piano di ammortamento che va dai 12 agli 84 mesi.

Per riceverlo è necessario presentarsi presso qualsiasi ufficio postale su territorio italiano con documento d’identità, documento di reddito e tessera sanitaria in corso di validità.

Prestito personale Compass: ecco come funziona

Nel novero dei prestiti personali per stranieri è possibile includere anche i prodotti di Compass. In questo caso parliamo in particolare del prestito personale, che può essere richiesto da cittadini italiani e stranieri di età compresa tra i 18 e i 70 anni.

Un altro criterio per l’accesso è la possibilità di presentare un reddito da lavoro o da pensione prodotto in Italia, grazie al quale accedere a un prestito massimo di 30.000€.

Il prestito in questione può essere rimborsato in diversi modi, per esempio con addebito automatico in conto corrente o tramite pagamento di bollettini postali.

Credit Express Dynamic: tutte le informazioni

Un altro prodotto che deve essere preso in considerazione quando si discute di prestiti personali per stranieri è Credit Express Dynamic di Unicredit.

Questo prestito, che può essere richiesto anche dagli stanieri, consente di richiedere dai 3.000 ai 30.000€ ed è accessibile anche da parte dei lavoratori autonomi, che devono pagare una polizza assicurativa pari allo 0,14%. Il piano di ammortamento può andare dai 36 agli 84 mesi.

Prestito Special Cash Poste Pay: vantaggi e particolarità

Un altro riferimento interessante nell’ambito dei prestiti personali per stranieri è il Prestito Special Cash Poste Pay.

Questo prodotto consente di accedere a tre scaglioni, pari rispettivamente a 750, 1.000 e 1.500€. Per richiederlo è sufficiente presentarsi in Posta con un documento di reddito, la carta d’identità e il codice fiscale.

Un requisito fondamentale per l’accesso è il possesso di una carta Poste Pay e l’età anagrafica, che deve essere compresa tra i 18 e i 70 anni.

Il prestito Special Cash Poste Pay può durare dai 15 ai 24 mesi ed è caratterizzato da un TAEG abbastanza alto. Nel caso del prestito da 750€ si parla del 17,83%, mentre per il prestito da 1.000 del 16,29%, mentre per lo scaglione da 1.500 del 15,34%.

Concludiamo ricordando che è prevista anche una commissione mensile, pari rispettivamente a 4,5, 6 e 9€.

Indice contenuti