Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestito BancoPosta: ecco come funziona e richiederlo

I prestiti del gruppo Poste Italiane sono prodotti dedicati a diverse finalità. Tra i diversi piani spicca senza dubbio il prestito BancoPosta, una formula di accesso al credito molto chiara e vantaggiosa.

Prestito BancoPosta online: informazioni iniziali

Capire come funziona il prestito BancoPosta è importante, dal momento che si tratta di uno dei piani più validi tra quelli proposti dal gruppo Poste Italiane. Questa modalità di accesso al credito consente infatti di richiedere un prestito compreso tra i 3.000 e i 30.000€ e di scegliere un piano di ammortamento la cui durata può andare dai 12 agli 84 mesi.

Il prestito BancoPosta può essere richiesto presso qualsiasi ufficio postale sul territorio italiano.

Prestito BancoPosta requisiti: ecco quali sono?

Quali sono i requisiti per l’accesso al prestito BancoPosta? Ecco i principali:

  • Residenza in Italia
  • Possibilità di dimostrare la ricezione di un reddito da lavoro o da pensione prodotto in Italia

Al momento della richiesta del prestito è necessario presentarsi all’ufficio postale muniti di documento d’identità, documento attestante la ricezione di un reddito, tesserino del codice fiscale.

Le specifiche caratteristiche del richiedente possono, in alcuni casi, portare la realtà che eroga il finanziamento a richiedere ulteriori garanzie oltre al documento di reddito.

Prestito BancoPosta: cosa sapere sull’erogazione

Il prestito BancoPosta può essere erogato sul conto corrente bancario, sul conto corrente postale, sulla carta PostePay Evolution del beneficiario. Risulta possibile ricevere la cifra richiesta in contanti, ma per importi inferiori ai 10.000€.

Il rimborso può avvenire tramite addebito su conto corrente bancario, conto corrente postale, carta PostePay Evolution o attraverso il pagamento mensile di bollettini postali. Importante è ricordare che il titolare del contratto ha diritto di recesso entro il 14° giorno dall’accredito della cifra richiesta al momento dell’istanza di accesso al prestito.

Prestito BancoPosta flessibile: tutte le specifiche tecniche

Il prestito BancoPosta ha una formula base e diverse alternative con peculiarità avanzate. Un esempio al proposito è il prestito BancoPosta Flessibile, un prodotto che si adatta alle esigenze del richiedente grazie alla possibilità di operare modifiche all’importo della rata o di spostarne il rimborso alla fine del piano di ammortamento.

Il prestito BancoPosta flessibile consente di richiedere dai 3.000 ai 30.000€ e di scegliere un piano di ammortamento della durata compresa tra i 12 e i 108 mesi. I requisiti per l’accesso al credito tramite questo prodotto sono sempre la residenza in Italia e la possibilità di dimostrare la ricezione di un reddito da lavoro o da pensione prodotto in Italia.

La cifra richiesta viene erogata direttamente con accredito sul conto corrente BancoPosta intestato al beneficiario del contratto di prestito.

Ricordiamo che la possibilità di avvalersi di un piano di ammortamento di 108 mesi è legata alla scelta di usufruire delle opzioni di cambio e salto rata, che hanno una chiara influenza sulla durata del piano di rimborso.

Indice contenuti