Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come funziona il piccolo prestito Enam Inps e chi può richiederlo

Prestito Inps ex Inpdap per insegnanti statali

Con la soppressione dell’Enam, avvenuta nel 2010, tutte le prestazioni che in passato facevano capo all’ente previdenziale sono passate di competenza dell’Inps. È questo quindi l’Istituto di previdenza cui devono fare riferimento gli insegnanti statali sia ai fini pensionistici, che per quanto attiene la concessione del piccolo prestito Enam.

Il piccolo prestito Enam, che andrebbe più correttamente chiamato piccolo prestito Gestione Assistenza Magistrale Inps, è una forma di accesso al credito a condizioni agevolate. Si tratta infatti di un finanziamento erogato con un tasso di interesse più basso delle medie di mercato.

Quando viene concesso il finanziamento

Ricorrendo al piccolo prestito Enam gli insegnanti statali hanno infatti la possibilità di ottenere un importo massimo pari a due mensilità di stipendio. Il rimborso avviene con un piano di ammortamento che si estende per 24 mesi.

Per quanto attiene tasso di interesse e spese applicate al prestito, tutti gli oneri sono detratti alla fonte. Il Tan è pari all’1,5%, mentre le somme dovute a titolo di spese di amministrazione e per il premio Fondo di Garanzia sono calcolate con l’applicazione di un’aliquota dell’1%.

È necessario però ricordare che il piccolo prestito Enam viene concesso solo per alcune finalità, che devono rientrare tra quelle stabilite dall’Inps. Nello specifico, i prestiti agevolato sono concessi per:

  • nascita o adozione di uno o più figli;
  • matrimonio del richiedente o di un figlio;
  • morte di familiari;
  • malattie gravi del richiedente o dei familiari;
  • acquisto della casa di residenza;
  • interventi di manutenzione straordinaria della residenza;
  • mutuo in corso per l’acquisto della prima casa;
  • cure odontoiatriche del richiedente o dei familiari a suo carico;
  • cambio di residenza;
  • acquisto di un’automobile;
  • frequenza di corsi universitari da parte del richiedente o dei figli;
  • eventi straordinari che determinano uno stato di particolare necessità.

Requisiti e domanda online 2024

Ma quali sono i requisiti da rispettare per ottenere il piccolo prestito Enam? Innanzitutto il richiedente deve essere iscritto alla Gestione Assistenza Magistrale dell’Inps.

Non solo. Il soggetto che presenta la domanda di prestito deve essere un insegnante o un direttore scolastico assunto a tempo indeterminato presso una scuola statale primaria o dell’infanzia. Al soggetto che presenta la richiesta di prestito inoltre non devono mancare più di due anni al pensionamento.

In sede di domanda si deve presentare tutta la documentazione relativa allo stato di necessità per cui si richiede il finanziamento. La richiesta di prestito va trasmessa per via telematizzata, utilizzando l’apposito servizio presente sul sito ufficiale dell’Inps.

Indice contenuti