Come procedere con la richiesta cancellazione Crif

Cancellazione Crif consumatori, ecco come procedere

Crif è una società che si occupa di gestire i SIC, Sistemi di Informazioni Creditizie, italiani. Stiamo parlando di database in cui sono riportati i dati dei soggetti che richiedono e/o ottengono un finanziamento. Sebbene essere segnalati nelle liste Crif non sia sempre una cosa negativa, spesso si sente parlare di richiesta cancellazione Crif.

Questo perché sono presenti nelle liste Crif sia i dati positivi che quelli negativi. I dati positivi riguardano i soggetti che hanno rimborsato regolarmente i finanziamenti richiesti. I dati negativi invece sono quelli relativi a chi ha avuto difficoltà nel rimborso di un finanziamento.

A seconda del tipo di dato trattato abbiamo dei tempi di conservazione differenti, come riportiamo di seguito.

  • Per i finanziamenti in corso di valutazione i dati sono conservati per 6 mesi dalla richiesta;
  • Le richieste di finanziamento rifiutate o rinunciate sono conservate per 1 mese;
  • Per i finanziamenti rimborsati regolarmente i dati restano in memoria per 36 mesi dalla data di estinzione;
  • In caso di prestiti con ritardi relativi a 1 o 2 rate i dati sono conservati per 12 mesi dalla comunicazione di regolarizzazione;
  • In caso di prestiti con ritardi relativi a 3 o più rate i dati sono conservati per 24 mesi;
  • Per i finanziamenti non rimborsati o che presentano gravi morosità i dati sono conservati per 36 mesi dalla data prevista per l’estinzione del prestito.

Come inviare la domanda di cancellazione Crif

Per quanto attiene alla procedura per la richiesta cancellazione Crif, la domanda deve essere trasmessa per via telematizzata. Tuttavia non è sempre possibile richiedere la cancellazione dai database Crif.

Quanti sono segnalati come cattivi pagatori infatti non possono farsi cancellare dalle liste Crif prima che siano trascorsi i tempi di conservazione previsti. Una volta trascorso il relativo lasso di tempo, la cancellazione avviene automaticamente.

Diversa invece la questione per i dati positivi. In questo caso infatti la cancellazione può avvenire in qualsiasi momento ed è necessaria la presentazione della domanda. Lo stesso vale per chi viene segnalato per errore, ossia nel caso in cui i dati sono trasmessi dalla banca al Crif in modo errato.

La richiesta cancellazione Crif può essere sia inviata alla banca che ha effettuato la segnalazione che direttamente a Crif. Quanti optano per la seconda ipotesi possono sfruttare il modulo online presente sul sito cancellazionecrif.org.