Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Santander prestiti personali: guida all’accesso al credito

Richiedere un prestito personali oggi è questione di pochi minuti grazie al web e agli istituti di credito che consentono di ricavare online molte informazioni fondamentali per capire la sostenibilità del piano. Tra queste alternative è possibile includere Santander prestiti personali.

Santander Consumer Bank: informazioni sul prestito personale

Quando si discute di Santander prestiti personali si inquadra la possibilità di avere le idee chiare sulla convenienza delle scelte direttamente dal sito.

Qui, infatti, è possibile ricavare un preventivo in pochi secondi inserendo informazioni sulla cifra che si vuole ottenere e sulla rata che si punta a pagare ogni mese.

Il form prevede anche la possibilità di esprimersi sull’assicurazione facoltativa. Fondamentale per definire il preventivo è anche l’inserimento della data di nascita del cliente.

Prestito personale con Santander: un esempio specifico

Per capire come funzionano le cose in merito a Santander prestiti personali facciamo un esempio specifico, ipotizzando la richiesta di 4.600€ da parte di un cliente nato nel 1988 che decide di non sottoscrivere alcuna assicurazione.

In questo caso il sistema restituisce diverse scelte, che comprendono per esempio un piano di ammortamento della durata di 24 mesi, con rata pari a 205,75€ e TAN e TAEG corrispondenti rispettivamente al 6,90 e al 7,45%.

Il cliente può scegliere di rimborsare il suddetto prestito, che non necessita della presentazione di un giustificativo di spesa, con un piano della durata di 36 mesi. In questo caso la rata mensile applicata risulta pari a 141,82€, con TAN fisso e TAEG al 6,89 e al 7,36%.

L’ultima soluzione è quella del piano di ammortamento di 72 mesi, che prevede una rata di 78,20€, con TAN e TAEG che corrispondono al 6,89 e al 7,27%.

Come richiedere un prestito personale con Santander?

Continuiamo a parlare di Santander prestiti personali ricordando che, dopo aver definito il preventivo, è necessario procedere sempre online con la richiesta, specificando la motivazione. Nel caso del prestito personale bisogna selezionare l’opzione ‘ALTRI’.

Il passo successivo prevede che il cliente esprima il suo consenso in merito alla gestione dei dati e che confermi di aver letto le informative sulla privacy e le condizioni economiche del prodotto. Dopo aver completato questa fase è possibile procedere con l’invio dei dati.

Spese per il prestito personale con Santander: ecco quali sono

Concludiamo questa guida dedicata a Santander prestiti personali ricordando che i prodotti in questione non prevedono spese d’istruttoria. Da considerare è anche l’imposta sostitutiva pari a 25€. Le comunicazioni periodiche annuali, invece, hanno un costo pari a 1€. Non sono previste spese per l’incasso della rata.

Ricordiamo inoltre che tra le soluzioni di prestito personale con Santander è prevista pure la cessione del quinto dello stipendio e della pensione. In entrambi i casi l’età limite per la richiesta è pari a 63 anni.

Indice contenuti