Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Calcolo cessione del quinto: criteri e modalità di calcolo

Introduzione alla cessione del quinto

Il calcolo cessione del quinto consente di capire il reale vantaggio ottenuto dalla richiesta di un prestito tramite cessione del quinto dello stipendio. Divenuto in voga negli ultimi anni sono sempre più numerosi i dipendenti statali o pensionati Inps che ottengono un prestito tramite cessione del quinto.

La cessione del quinto è uno strumento finanziario valido a ricevere il finanziamento richiesto senza ulteriori garanzie, non sono necessari garanti, fideiussori o ipoteche per ottenere il finanziamento.

Unica garanzia utile è la riscossione di uno stipendio o di una pensione mensile, rispettati i requisiti validi ad ottenere il finanziamento potrà essere realmente semplice accordarsi per l’erogazione della liquidità.

Le caratteristiche della cessione del quinto

La cessione del quinto è una particolare forma di finanziamento il cui rimborso del prestito avviene attraverso un addebito diretto della rata dalla busta paga o stipendio. Finanziamento destinato a tutti i dipendenti pubblici o pensionati Inps che dispongono di un regolare contratto di lavoro a tempo indeterminato o di una pensione.

Secondo il calcolo cessione del quinto ogni rata che sarà corrisposta alla propria banca per estinguere il finanziamento non potrà superare un quinto dello stipendio o della pensione percepita.

La rata per restituire la liquidità potrà essere addebitata direttamente dalla busta paga motivo per il quale sarà lo stesso stipendio la garanzia che permetterà l’erogazione del finanziamento.

Chiunque abbia necessità di un prestito particolarmente elevato o per chi ha già in corso un finanziamento sulla busta paga, potrà richiedere un finanziamento tramite cessione del quinto dello stipendio.

Potrà essere richiesto anche dai cattivi pagatori, categoria poco amata dalle banche, ma che grazie alla presenza della garanzia dello stipendio mensile  potranno riuscire a richiedere  subito il finanziamento

La cessione del quinto è un prestito non finalizzato, ovvero potrà essere investito come si preferisce, senza necessariamente dover giustificare il motivo per cui si richiedere la liquidità.

Per fronteggiare particolari situazioni e far sì che la banca possa ricevere le dovute garanzie sarà indispensabile per il richiedente stipuli alcune polizze utili a coprire il prestito in caso di insolvenza.

Anche se oltre alla presenza dello stipendio o pensione ulteriore forma di garanzia per le banche che erogano il finanziamento è il TFR maturato negli anni dal lavoratore dipendente, che funge da tutela alla banca per il rischio legato al prestito in caso di perdita di lavoro o grave infortunio.

I vantaggi della cessione del quinto

Sicuramente effettuare il calcolo cessione del quinto per la richiesta di un finanziamento potrebbe essere la soluzione ideale per analizzare eventuali differenze che intercorrono tra le diverse tipologie di prestito per guidarci nella scelta del finanziamento più adeguato alle nostre esigenze.

Sicuramente sarà indispensabile per ogni richiedente che vuole ottenere un prestito tramite cessione del quinto considerare i valori relativi al tasso di interesse applicato al finanziamento, importi che vengono calcolati sul prestito e che possono risentire fortemente dei rischi associati alla tipologia di prestito.

Spesso infatti un migliore tasso di interessi non corrisponde alla migliore scelta, tassi  che inoltre potrebbero aumentare in caso di rinnovo del prestito.

Indice contenuti