Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Cessione del quinto dipendenti statali: guida al credito

I dipendenti di Enti statali come la Guardia Forestale e l’Esercito hanno diverse possibilità interessanti relative all’accesso al credito. Una delle più celebri è la cessione del quinto dipendenti statali.

Prestito contro cessione del quinto dello stipendio: vediamoci chiaro

La cessione del quinto dipendenti statali rientra nelle tipologie riguardanti uno dei più popolari prodotti di credito al consumo. Il prestito contro cessione del quinto dello stipendio è un finanziamento non finalizzato – ciò vuol dire che il cliente non è tenuto a presentare alcun giustificativo di spesa – che può durare massimo 120 mesi.

Fondamentale è ricordare la sua accessibilità da parte di chi risulta iscritto alla Crif come cattivo pagatore o protestato. L’erogazione, infatti, non presuppone il controllo delle banche dati.

Come funziona il prestito con cessione del quinto?

La cessione del quinto dipendenti statali segue regole molto semplici, che possono essere applicati anche al caso dei dipendenti parastatali e privati. Il cliente si rivolge a una banca o a una società finanziaria per richiedere l’accesso al credito, avendo cura di presentare tutti i documenti relativi alla sua situazione reddituale.

La realtà creditizia, prima dell’erogazione dello stipendio, si occupa di decurtarne il 20%, versandolo all’Ente datore di lavoro del beneficiario.

In questo modo ci si può avvalere di una comodità non indifferente e della possibilità di utilizzare le somme di denaro nella più assoluta tranquillità, senza la preoccupazione di dover tenere a mente la data del rimborso della rata, che è certa tutti i mesi.

Prestito contro cessione del quinto per statali: un esempio specifico

Per capire meglio come funziona la cessione del quinto dipendenti statali è utile fare un esempio, chiamando in causa l’offerta di Compass. Questa società finanziaria consente ai clienti di richiedere la cessione del quinto, prestito caratterizzato da un tasso fisso per tutta la durata del finanziamento, e di accedere a una cifra massima pari a 75.000€.

L’accesso a questo prestito prevede l’adesione a specifici requisiti, che vedono in primo piano un’età compresa tra i 18 e i 63 anni. Fondamentali sono anche la residenza in territorio italiano e il contratto di lavoro a tempo indeterminato. I clienti che vogliono richiederlo devono presentarsi in filiale muniti di documenti d’identità, codice fiscale e copia della Certificazione Unica.

Cessione del quinto con Unicredit 2017: informazioni tecniche

Continuiamo a fare esempi concreti relativi alla cessione del quinto dipendenti statali dettagliando le caratteristiche del prodotto Unicredit. Questo istituto di credito consente di accedere a una cifra massima pari a 72.000€, rimborsabile con un piano di ammortamento compreso tra i 24 e i 120 mesi.

I dipendenti pubblici e statali che richiedono il prestito fino al 31 dicembre 2016 hanno la possibilità di avvalersi di un tasso promozionale pari al 5,30%, fisso per tutta la durata del piano di rimborso.