Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti con cessione del quinto dello stipendio: la guida

I prestiti con cessione del quinto dello stipendio rappresentano alternative molto utili per accedere al credito, dal momento che non richiedono la presentazione di garanzie reali.

Prestiti contro cessione del quinto dello stipendio: come funzionano?

Come funzionano i prestiti con cessione del quinto dello stipendio? Come è chiaro dal nome stesso del prodotto, queste formule di accesso al credito si basano sulla decurtazione della quinta parte dello stipendio, che viene trattenuta a monte a titolo di rimborso del finanziamento.

Tra i vantaggi del prestito è da ricordare questo aspetto ma anche la possibilità di acceso anche in caso di iscrizione all’elenco dei cattivi pagatori o dei protestati (la concessione del prestito contro cessione del quinto dello stipendio non è subordinata al controllo delle banche dati).

Prestiti cessione del quinto dello stipendio: cosa offre Compass?

Quando si parla di prestiti con cessione del quinto dello stipendio, dopo aver chiarito le linee generali che caratterizzano queste formule di accesso al credito, è necessario analizzare qualche piano specifico.

Cominciamo quindi con la formula di cessione del quinto dello stipendio proposta da Compass. Prendendo in esame il caso specifico della cessione del quinto dello stipendio riservata ai dipendenti pubblici, è possibile ricordare che Compass consente di richiedere un prestito fino a 50.000€, che può essere rimborsato con un piano di ammortamento della durata massima di 120 mesi.

Prestiti con cessione del quinto dello stipendio: la proposta di BNL

Tra le realtà che offrono prestiti con cessione del quinto dello stipendio è presente anche BNL Gruppo BNP Paribas. In questo caso siamo davanti a una formula ancora più vantaggiosa, dal momento che la convenzione con l’Inps consente di accedere al credito a tassi più bassi rispetto a quelli applicati da altre realtà creditizie.

La cessione del quinto di BNL è riservata ai dipendenti pubblici e statali che possono richiedere un prestito con un piano di ammortamento compreso tra i 24 e i 120 mesi.

Come funziona la cessione del quinto BNL?

Come funzionano i prestiti con cessione del quinto dello stipendio proposti da BNL Gruppo BNP Paribas? Per capirlo ipotizziamo la richiesta di un prestito di 21.829,59€ da parte di un dipendente statale con uno stipendio netto di 1.250€.

In questo caso la rata massima a carico del titolare del contratto di prestito corrisponderebbe a 250€ (piano di ammortamento di 120 mesi e TAN fisso per tutta la durata del finanziamento pari al 5,94%).

Il prestito con cessione del quinto dello stipendio di BNL può essere estinto anticipatamente. In questo caso è necessario fare riferimento alle seguenti regole:

  • Indennizzo pari all’1% del capitale residuo, che scende allo 0,50% se la vita residua del finanziamento corrisponde a 1 anno.
  • Mancanza di indennizzi se il debito residuo ha un’entità inferiore ai 10.000€.

Per richiederlo è necessario presentare il documento d’identità, le ultime due buste paga, il codice fiscale, il certificato stipendiale e l’ultimo estratto contributivo INPS.

Indice contenuti