Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Migliori prestiti garantiti Inps banche: le soluzioni per risparmiare

Quando si analizzano i migliori prestiti garantiti Inps banche si inquadrano delle soluzioni di accesso al credito riservate ai dipendenti e ai pensionati pubblici, che hanno la possibilità di ricevere somme di denaro rimborsandole a condizioni agevolate.

Questo è possibile grazie alla convenzione tra l’Ente e diversi istituti di credito sul territorio italiano.

Prestito garantito Inps: i requisiti

Quali sono i requisiti da considerare per accedere ai migliori prestiti garantiti Inps banche? Il primo, valido sia per i dipendenti in attività di servizio sia per i beneficiari di un trattamento pensionistico, è l’iscrizione alla Gestione Dipendenti Pubblici. I dipendenti devono avere alle spalle almeno quattro anni di servizio utile a fini pensionistici.

Fondamentale è ricordare che anche i familiari degli iscritti hanno la possibilità di usufruire di questi prestiti. Data questa doverosa premessa è possibile entrare nel vivo delle istruzioni operative per richiederli, che sono estremamente semplici. Il cliente interessato deve recarsi presso una delle realtà creditizie convenzionate e procedere con l’istanza.

Prestito garantito Inps ex Inpdap: quali realtà creditizie lo offrono

Entrando ulteriormente nel dettaglio dei migliori prestiti garantiti Inps banche è fondamentale specificare quali siano le realtà creditizie convenzionate. Tra queste è possibile includere Agos Ducato, BNL Finance, Poste Italiane, Deutsche Bank e molti altri nomi. Sul sito ufficiale dell’Ente è possibile trovare l’elenco completo.

A questo punto si può analizzare la questione della durata. Il piano di ammortamento del prestito garantito Inps è compreso tra i 60 e i 120 mesi.

Rimborso prestito garantito Inps: ecco come avviene

Un altro dettaglio essenziale per capire come funzionano i migliori prestiti garantiti Inps banche riguarda le modalità di rimborso. Le rate vengono addebitate ai clienti tramite trattenuta dallo stipendio o dal trattamento pensionistico. Il rimborso avviene ogni 10 del mese.

L’impegno economico mensile non può mai essere superiore alla quinta parte della busta paga o del trattamento pensionistico. L’importo della rata comprende diverse spese.

Tra queste è possibile considerare le spese amministrative legate alla realtà creditizia convenzionata con l’Inps ex Inpdap e uno 0,5% di onere amministrativo che, invece, viene incassato dalla Gestione Dipendenti Pubblici.

Da considerare è anche la presenza di un 3% di premio per il rischio d’insolvenza.

Garanzia: in cosa consiste e perché è utile?

L’ultimo aspetto da considerare quando si parla di migliori prestiti garantiti Inps banche è proprio la natura della garanzia. L’Ente, tramite il Fondo di Credito, garantisce in caso di morte dell’iscritto e di riduzione dello stipendio percepito.

Cosa bisogna sapere sull’estinzione anticipata? Che è possibile richiederla in qualsiasi momento, ma che non si ha modo di richiedere un nuovo prestito contro cessione del quinto prima che sia trascorso un anno dall’estinzione del finanziamento precedente.

Concludiamo ricordando che la documentazione per l’accesso a questi prestiti è disponibile sul sito ufficiale Inps ex Inpdap.

Indice contenuti