Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Condizioni e vantaggi della rinegoziazione cessione del quinto

Perché rinegoziare cessione del quinto 2018

Quanti hanno in corso un prestito su cessione del quinto e si trovano in difficoltà economica possono ricorrere alla rinegoziazione cessione del quinto. Operazione che consente di modificare le condizioni per il rimborso del finanziamento in corso.

La rinegoziazione è una procedura prevista solitamente per i mutui, tuttavia può essere utilizzata anche per i prestiti personali, nel caso specifico della cessione del quinto, la rinegoziazione coincide solitamente con il rinnovo del prestito.

Quando si parla di rinegoziazione cessione del quinto infatti si fa solitamente riferimento al rinnovo del prestito. La ragione è da ricondurre alle caratteristiche del finanziamento. I prestiti su cessione del quinto infatti prevedono una rata mensile detratta direttamente dalla busta paga o dalla pensione mensile percepita dal beneficiario.

Come si evince dal nome, inoltre, la cessione del quinto prevede una rata mensile massima pari alla quinta parte (20%) di pensione o stipendio netto. Ragione per cui le caratteristiche dei prestiti su cessione del quinto non consentono particolari modifiche con la rinegoziazione cessione del quinto.

Cosa è possibile modificare con la rinegoziazione cessione quinto

Quanti scelgono di rinnovare la cessione del quinto estinguono il finanziamento in corso e contestualmente ne accendono uno nuovo. Questo da un lato consente di ottenere nuova liquidità e dall’altro di beneficiare di condizioni migliori.

È possibile ad esempio stabilire un piano di ammortamento più esteso di quanto previsto per il prestito precedente e un tasso più basso. Tuttavia è necessario segnalare che non è possibile aumentare la rata oltre un certo limite al fine di ridurre i tempi di rimborso.

Ricordiamo infatti che la rata del prestito su cessione del quinto non può eccedere il 20% di pensione o stipendio mensile del richiedente. A tal proposito si fa riferimento alla retribuzione netta percepita mensilmente.

Per maggiori informazioni sulla cessione del quinto e le soluzioni più convenienti dei prestiti personali continuate a seguire il nostro portale.