Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Le migliori offerte di prestiti cessione del quinto dipendenti pubblici

Perché scegliere i prestiti cessione del quinto Inpdap a tasso agevolato

Quando si parla di prestiti personali, i dipendenti pubblici si trovano in una situazione avvantaggiata. Grazie alle convenzioni sottoscritte dall’Inpdap con diverse banche e società finanziarie infatti questi soggetti possono ricorrere a prestiti cessione del quinto dipendenti pubblici a tassi agevolati.

Si tratta di prodotti che prevedono l’applicazione di tassi di interesse agevolati e, solitamente, tempi di istruttoria particolarmente brevi. Ma chi eroga i prestiti cessione del quinto dipendenti pubblici?

Sono diverse le banche e finanziarie che hanno sottoscritto convenzioni con l’Inpdap per la concessione di prestiti a condizioni agevolate. Tra queste troviamo i Compass, BNL e Findomestic. Ma vediamo nel dettaglio le condizioni delle offerte di prestiti agevolati per dipendenti pubblici.

Cessione del quinto dipendenti pubblici Compass e Findomestic

Iniziamo parlando dei prestiti cessione del quinto dipendenti pubblici di Findomestic. La nota finanziaria online propone un’offerta speciale di prestito a condizioni agevolate valida solo fino al 27 novembre.

La promozione prende il nome di Black Friday Cessione del Quinto e prevede la concessione di una somma pari a 17 mila euro. Denaro che deve essere rimborsato con un piano di ammortamento che si estende per 120 mesi. La rata mensile è pari a 185 euro, mentre il tasso di interesse (Tan) si attesta al 5,57%. Il Taeg invece è fisso al 7,71%.

La promozione non prevede inoltre l’applicazione di spese per l’imposta di bollo né per le commissioni di istruttoria pratica. Azzerati anche i costi per la gestione della pratica e l’imposta di bollo dovuta per le comunicazioni periodiche.

Per quanto attiene ai prestiti agevolati su cessione del quinto Compass dedicati ai dipendenti pubblici, la somma finanziabile è piuttosto elevata. È possibile infatti ottenere somme anche oltre 75 mila euro.

Il piano di ammortamento può estendersi per un periodo che può estendersi al massimo per 10 anni (120 mesi). Il tasso di interesse è fisso e, trattandosi di finanziamenti su cessione del quinto, la rata viene decurtata direttamente dalla busta paga del beneficiario. L’importo della rata inoltre non può eccedere un quinto dello stipendio netto percepito dal richiedente.

I finanziamenti BNL per dipendenti pubblici non prevedono spese di intermediazione e non richiedono la presentazione di alcuna garanzia aggiuntiva alla busta paga. Ai fini dell’accesso al credito è necessario inoltre che, al momento della domanda, il richiedente abbia un’età compresa tra 18 e 63 anni. Richiesta anche un’assunzione a tempo indeterminato.

Offerte BNL Finance per dipendenti pubblici

Per quanto attiene infine ai prestiti su cessione del quinto per i dipendenti pubblici offerti da BNL, la somma massima finanziabile è fissata a 75 mila euro. Accostando alla cessione del quinto un prestito con delega di pagamento è possibile arrivare a un massimo di 104 mila euro.

Ricordiamo che ricorrendo ai prestiti con delega è possibile cedere un’ulteriore quinto dello stipendio. In ogni caso, la durata del prestito non può eccedere i 10 anni. La rata mensile deve avere un importo minimo di 50 euro e non può eccedere la quinta parte dello stipendio netto mensile del richiedente.

Oltre ai prestiti cessione del quinto dipendenti pubblici BNL i dipendenti delle amministrazioni pubbliche e statali possono optare anche per un’altra soluzione di finanziamento. Si tratta di una particolare soluzione di prestiti per dipendenti pubblici che consentono di ottenere fino a 100 mila euro a un tasso di interesse agevolato.

Indice contenuti