Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Area riservata Inpdap: requisiti e procedure d’accesso ai nuovi servizi ex Inpdap

Area riservata Inpdap: cos’è cambiato con la soppressione dell’Inpdap

L’accesso alla Area riservata Inpdap ha subito importanti cambiamenti nel corso degli ultimi anni a causa della soppressione dell’Istituto nazionale di previdenza e assistenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica. Vediamo quindi le nuove procedure d’accesso e i requisiti che deve rispettare l’utente.

La riforma previdenziale avviata sul finire del 2011 ha prodotto diverse novità per gli ex iscritti Inpdap. La chiusura dell’ente previdenziale ha portato al trasferimento dei servizi all’Inps, che ha quindi istituito la Gestione Dipendenti Pubblici.

Le sedi fisiche Inpdap sono state chiuse o accorpate, mentre i servizi online sono stati implementati all’interno del portale Inps (inps.it). I dipendenti e pensionati pubblici devono adesso utilizzare il sito Inps per fruire dei vari servizi a loro dedicati, quali ad esempio Valore vacanza, cedolino pensione e attività creditizie.

Area riservata Inpdap Inps: procedure e requisiti

Ma come accedere all’Area riservata ex Inpdap Inps? Per fruire dei servizi online l’utente deve eseguire il login: inps.it/portale/default.aspx?iIDservizio=315. Si tratta di una pagina di autenticazione, in cui l’utente deve inserire codice fiscale e PIN.

Cos’è il PIN? È un codice di identificazione personale fornito dall’Inps. Abbiamo in realtà due tipologie di PIN:

  • il PIN dispositivo permette di fruire delle prestazioni previste dalla sua condizione;
  • con il PIN ordinario, invece, l’utente può solo consultare le informazioni pertinenti la propria situazione contributiva o pensionistica.

Il PIN dispositivo è un presidio di sicurezza importante perché è rilasciato solo inseguito all’identificazione dell’utente. Questo dovrà infatti fornire all’ente previdenziale un documento di identità. Le modalità sono numerose, si va dall’invio via Internet al fax passando per la presentazione del documento in una sede Inps.

Come ottenere il PIN? Anche in questo caso abbiamo diverse procedure. La più semplice e immediata, nonché l’unica che permette di conseguire subito il PIN dispositivo, è recarsi in una sede Inps.

In alternativa l’utente può richiedere il PIN ordinario con l’apposita funzione online (implementata sul portale Inps) o sfruttando il Contact center Inps (il numero verde da telefono fisso è 803 164, mentre da cellulare il numero da utilizzare è 06 164164, a pagamento a seconda del piano tariffario). Una volta ottenuto il PIN ordinario, sarà cura dell’utente convertirlo nel formato dispositivo.

Area riservata Inps: finanziamenti a tassi agevolati

Grazie all’accesso alla nuova Area riservata Inpdap, dipendenti e pensionati pubblici possono richiedere le prestazioni creditizie a loro riservate. Finanziamenti concessi a tassi agevolati che permettono di realizzare numerosi progetti: dall’acquisto della prima casa alla ristrutturazione, passando per prestiti non finalizzati e prodotti basati su cessione del quinto.

Indice contenuti