Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui ipotecari edilizi Inps per l’abitazione principale: dal calcolo alla richiesta

La prima casa è uno degli acquisti più bramati dagli italiani, che devono però selezionare la proposta di finanziamento più rispondente ai propri bisogni. Grazie ai mutui ipotecari edilizi Inps il mutuatario può godere di tassi molto contenuti e somme fino a 300mila euro.

I migliori mutui prima casa per gli iscritti alla Gestione unitaria: la proposta Inps

La stipula dei mutui ipotecari edilizi Inps è un’opportunità riservata a un pubblico piuttosto limitato. Si tratta degli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Sono coinvolti sia i dipendenti assunti con contratto a tempo indeterminato sia i pensionati.

Sono prodotti che prevedono principalmente tre impieghi, l’acquisto o costruzione della prima casa, la sua ristrutturazione o la costruzione di un box o posto auto. La finalità è determinante per la cifra massima che l’Istituto nazionale della previdenza sociale può accordare. L’importo più elevato corrisponde a 300mila euro.

A quale tasso di interesse sono forniti i mutui ipotecari edilizi Inps

? Ci sono due tipologie di tasso di interesse, fisso e variabile. Il tasso fisso viene definito in base al rapporto tra il valore del mutuo e quello dell’abitazione. È il sistema di calcolo LTV, loan to value.

Quelli che potete leggere sono i vari tassi fissi previsti dall’Inps a seconda dell’entità del mutuo in rapporto al valore della casa.

Durata (fino a)<= 50%50% – 80%> 80%
10 anni1,15%1,33%1,73%
15 anni1,51%1,69%2,20%
20 anni1,65%1,83%2,38%
25 anni1,97%2,03%2,65%
30 anni1,97%2,03%2,65%

Più semplice il criterio considerato per il tasso di interesse variabile che corrisponde all’Euribor a 6 mesi maggiorato di 200 punti base.

Quali sono invece i periodi durante i quali è possibile rimborsare il finanziamento? Il periodo minimo è pari a 10 anni ma può essere di 15, 20, 25 o 30 anni.

Come richiedere il mutuo Inps ex Inpdap e come calcolarlo

Veniamo a un altro elemento fondamentale per comprendere le principali caratteristiche dei mutui ipotecari edilizi Inps, ossia la richiesta. Come va inviata la domanda?

L’iscritto deve usare la funzionalità online di richiesta, presente sul sito www.inps.it. Il percorso, partendo dalla home page, è il seguente: va raggiunta la pagina “Tutti i servizi” e tra questi andrà selezionato quello chiamato “Domande Mutui Ipotecari Edilizi” (Servizio desktop).

L’invio della domanda prevede l’inserimento del codice fiscale e del codice personale PIN. Sul sito dell’ente previdenziale è possibile anche compiere il calcolo online del mutuo.

Il percorso è leggermente differente. Partendo dalla home, sarà necessario raggiungere la pagina “Tutti i servizi” e qui cliccare sul servizio “Gestione dipendenti pubblici: simulazione piano di ammortamento mutui ipotecari”.

Indice contenuti