Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestiti pluriennali Inps dipendenti pubblici: come funzionano

Prestiti pluriennali Inps dipendenti pubblici: cosa sono

Sei un dipendente o pensionato pubblico e hai bisogno di liquidità? Con i prestiti pluriennali Inps dipendenti pubblici puoi ricevere credito a tassi agevolati, con rimborso su cessione del quinto. Vediamo subito come funzionano, cosa offrono e come ottenerli.

I prestiti pluriennali Inps dipendenti pubblici sono rivolti, per essere esatti, a dipendenti e pensionati pubblici afferenti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. La richiesta deve essere prodotta a fronte di esigenze documentate, che rientrano nell’ambito delle finalità ammesse dal Regolamento Inps (per maggiori informazioni in merito vi rimandiamo al portale inps.it, dove potete scaricare il regolamento completo).

È preferibile che il dipendente disponga di un contratto a tempo indeterminato. Se invece è a tempo determinato (purché non inferiore a tre anni), il lavoratore deve avere un contratto attivo per tutto il periodo di rimborso. Non solo. Dovrà fornire il trattamento di fine rapporto a titolo di garanzia.

Prestiti pluriennali su cessione del quinto

Il processo di rimborso può avere una durata quinquennale o decennale, 60 oppure 120 rate mensili. Il valore della rata non può eccedere 1/5 dell’assegno mensile. I prestiti pluriennali Inps dipendenti pubblici prevedono infatti un processo di rimborso su cessione del quinto. La rata è sottratta in automatico da stipendio o pensione. Il rimborso scatta dal secondo mese seguente l’erogazione della liquidità.

Prestiti pluriennali Inpdap tasso 2016

Per quanto riguarda il tasso di interesse, è applicato un Tan pari al 3,50%. A questo vanno tuttavia aggiunti spese di amministrazione (0,50%) e premio fondo rischi.

Passiamo alla questione delle modalità di richiesta. La domanda va inoltrata in forma telematizzata, sfruttando la funzionalità “Domande web Prestiti Pluriennali” dei servizi online del portale Inps (inps.it).

Vogliamo infine ricordarvi che dipendenti e pensionati pubblici afferenti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali possono contare su diverse linee di credito a tassi agevolati concesse dall’Inps.

Se si ha bisogno di liquidità senza voler fornire alcuna motivazione circa la liquidità, vi consigliamo di richiedere il Piccolo prestito. Nell’eventualità invece di richiesta di credito per acquisto, costruzione o ristrutturazione della prima casa, la migliore opzione è il mutuo casa Inps ex Inpdap.

Indice contenuti