Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Prestito Inpdap dipendenti pubblici: come funziona

Ai dipendenti pubblici sono riservati finanziamenti agevolati, i cosiddetti prodotti ex Inpdap. Anche se questo ente è stato soppresso, le sue attività creditizie sono ancora disponibili, gestite dall’Inps. Per comprendere l’effettiva convenienza di queste linee di credito a tasso agevolato abbiamo deciso di esaminare in dettaglio il prestito Inpdap dipendenti pubblici. Vediamone in dettaglio le condizioni di rimborso e le modalità di richiesta.

Prestiti Inpdap pluriennali su cessione del quinto

Il prestito Inpdap dipendenti pubblici è un prodotto destinato a dipendenti e pensionati afferenti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Il prodotto prende il nome di Prestito pluriennale diretto Gestione Pubblica.

Si tratta di una linea di credito basata su cessione del quinto, ciò significa che la rata non può superare 1/5 dell’assegno mensile netto. Il rimborso si verifica in modo automatico, la rata è sottratta da stipendio o pensione.

Prestiti Inpdap Inps: tassi e modalità di richiesta

La richiesta deve essere coerente con le finalità previste dal Regolamento Inps. In sostanza si può ottenere liquidità a fronte di bisogni personali o di tipo familiare. Per maggiori informazioni vi rimandiamo al Regolamento, scaricabile del portale ufficiale Inps (inps.it).

La durata del rimborso può essere quinquennale o decennale, ossia 60 o 120 rate mensili. Per quanto riguarda invece il tasso di interesse, abbiamo l’applicazione di un tasso nominale annuo pari al 3,50%, cui vanno però aggiunti oneri di amministrazione (0,50%) e premio fondo rischi.

Il rimborso si realizza dal secondo mese successivo a quelli di erogazione del finanziamento.

La richiesta d’accesso al credito deve verificarsi in forma telemizzata, sfruttando lo strumento Domande web Prestiti Pluriennali, disponibile grazie l’accesso ai servizi online del portale Inps (inps.it).

Le alternative ai Prestiti pluriennali Inpdap Inps

Vi ricordiamo che il prestito Inpdap dipendenti pubblici è solo una delle alternative a disposizione di dipendenti e pensionati pubblici che sono alla ricerca di finanziamenti a tassi agevolati.

Chi ad esempio vuole acquistare casa, può richiedere il mutuo Inpdap Inps. Un finanziamento ipotecario che permette di ricevere fino a 300mila euro. Tra le finalità troviamo l’acquisto, la costruzione o la ristrutturazione della prima casa, ma anche l’acquisto o costruzione di box/posto auto.

Se invece vuoi ricevere liquidità senza dover indicare alcuna motivazione di spesa, puoi richiedere i piccoli prestiti Inps Inpdap. Il tasso di interesse applicato corrisponde al 4,25%, cui devono essere aggiunti spese di amministrazione e premio fondo rischi.

Per maggiori informazioni sui prestiti ex Inpdap Inps, vi consigliamo di visitare subito il portale specializzato inpdapprestiti.it

Indice contenuti