Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Taeg dei Prestiti Inps Dipendenti Pubblici 2022: Tabelle per il Calcolo

Il Taeg ha acquisito sempre maggiore centralità per la sua spiccata praticità. Acronimo di Tasso Annuo Effettivo Globale, rileva in una forma sintetica il costo legato a un finanziamento. Quali sono i valori di riferimento in merito ai Prestiti Inps concepiti per le esigenze dei dipendenti pubblici 2022? Grazie alla nostra guida troverai una risposta puntuale.

Cos’è il Taeg? L’importanza di una risorsa pratica

Quando parliamo di Taeg stiamo facendo riferimento a un elemento in grado di dare una concreta rappresentazione del costo complessivo che avrà il prestito. È in ogni caso un fattore non usato direttamente per il calcolo della rata, ma impiegato dal cliente per una verifica della competitività del prodotto finanziario esaminato.

Andremo quindi a prendere in esame le percentuali che interessano i Prestiti Inps che si rivolgono agli iscritti alla Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali.

Come avviene il calcolo Taeg dei Prestiti Inps per dipendenti pubblici 2022

Protagonisti del nostro approfondimento sono i prestiti forniti direttamente dall’Istituto previdenziale. Questi coincidono con i Piccoli Prestiti e i Prestiti Pluriennali Diretti. Il tasso di interesse varia a seconda della durata del finanziamento ed età del richiedente. In merito ai requisiti e modalità di calcolo, ti consigliamo di seguire i nostri approfondimenti.

Riportiamo una tabella sintetica che esplicita i dati aggiornati del Piccolo Prestito. Quella presentata fa riferimento al Regolamento Inps attualmente in vigore. Il Taeg va da dal 5,32% al 6,91%, tenendo conto di un’età massima a scadenza del rimborso di 65 anni. Qui sono indicati tutti i dettagli.

Per il Prestito Pluriennale Diretto le opzioni, sul piano della durata del piano di ammortamento, si riducono a due: rimborso quinquennale o decennale. Il tasso globale varia da 4,14% a 4,35%, a fronte di un’età massima a scadenza del rimborso di 65 anni. Ancora una volta riportiamo la tabella aggiornata.